Parma, 40mila multe da autovelox non validi (per 9 mln): tutti contro Pizzarotti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 settembre 2013 0:44 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2013 8:53
Parma, 40mila multe da autovelox non validi (per 9 mld): tutti contro Pizzarotti

Parma, 40mila multe da autovelox non validi (per 9 mln): tutti contro Pizzarotti (Nell’immagine Federico Pizzarotti, foto Lapresse)

PARMA – A Parma arrivavano multe da autovelox non ancora autorizzati: esattamente 40mila per un totale di 9 milioni di euro. E le associazioni dei cittadini se la prendono col sindaco Federico Pizzarotti, del Movimento 5 Stelle. Della vicenda parla Antonio Terraneo su Libero.

Terraneo riprende le parole di Filippo Greci, presidente di Nuovi Consumatori:

“Abbiamo il documento che attesta che il Comune di Parma non è mai stato in possesso dell’autorizzazione per l’installazione degli autovelox in tangenziale sud”.

Secondo Greci le multe non valide sono quelle che sono state comminate dal 16 gennaio al 31 luglio 2013:

“Secondo quanto affermato da Anas, al 31 luglio (e ci mostra il documento originale) l’autorizzazione era ancora in fase di perfezionamento. Era stato concesso solo il nullaosta tecnico al posizionamento dei box che contengono gli apparecchi, le multe comminate dal 16 gennaio fino ad almeno al 31 luglio sono illegittime. Abbiamo depositato un esposto alla Procura con sette ipotesi di reato che vedrà coinvolto il primo cittadino di Parma e richiesto il sequestro preventivo dei velox finalizzato alla confisca dell’equivalente delle somme e dalla settimana prossima faremo partire una lettera di diffida al Comune per la restituzione delle somme percepite illegalmente e illegittimamente”.