beppe grillo

YOUTUBE Di Maio parla da premier M5s: “Creare posti di lavoro per i giovani nostra priorità”

Di Maio parla da premier M5s: "Creare posti di lavoro per i giovani nostra priorità"

Di Maio parla da premier M5s: “Creare posti di lavoro per i giovani nostra priorità”

MILANO – “Il problema nostro come Stato e come governo del Paese sarà quello di fare investimenti nei settori innovativi, nelle nuove tecnologie per dare lavoro ai giovani che sono andati all’estero e ai giovani che stanno adesso diplomandosi o laureandosi. Il nostro obiettivo è questo”. Lo afferma Luigi Di Maio, candidato premier del Movimento 5 Stelle, al termine della visita al Talent Garden di Milano. “Noi siamo il penultimo Paese in Europa come occupazione giovanile. La prima uscita, chiamiamola così, dopo la mia elezione a candidato premier del M5S, vuole testimoniare una priorità: dare alle nuove generazioni ma anche” a tutti quelli “che perdono il lavoro per via delle nuove tecnologie e devono essere reinseriti in nuove occasioni lavorativi, in nuove forme di impiego”, spiega ancora Di Maio che sottolinea: “guardare al medio e lungo termine di questo Paese significa creare una “smart nation”.

“Uno degli obiettivi che ci siamo dati è quello di creare un milione di auto elettriche entro il 2020, e per farlo abbiamo bisogno di qualche centinaio di milioni di euro in un Paese in cui si spendono miliardi di euro ancora per le pensioni d’oro”. “Oggi ho incontrato dei country manager di varie start-up e aziende innovative ma soprattutto sono venuto in questo centro che investe sui talenti” perché “io voglio un Paese che investe sui talenti. Ce ne sono tanti e dobbiamo cominciare a tenerli qui invece di fare la ricchezza di altri Paesi”, afferma Di Maio.

“Oggi siamo al Talent Garden, che è uno degli spazi che ospitano le imprese innovative: qui ci sono circa 400 persone, la fablab per le stampanti 3D, ci sono servizi di formazione per giovani che vogliono entrare nel mondo di queste professioni innovative, nel mondo del web marketing, dei social media e così via”. Scrive poi Di Maio in un post sul blog di Beppe Grillo. “Questi settori sono i settori del futuro, oggi hanno 35mila, 36mila addetti ma sono destinati ad avere una crescita esponenziale nei prossimi cinque o dieci anni. Se perdiamo il treno dell’innovazione perderemo la possibilità di impiegare i giovani che abbiamo all’estero, ma anche i giovani che si stanno per diplomare o che stanno entrando all’università. Che cosa si deve fare? Prima di tutto lasciare in pace chi fa impresa in questo settore, quindi meno leggi, meno burocrazia. La burocrazia è uno Stato che fa una legge ogni due giorni e mezzo, e rende la vita un inferno a chi fa impresa”, aggiunge.

“Diranno che sono favole, che niente è realizzabile, che è un’utopia, un sogno. Adriano Olivetti, uno dei più grandi imprenditori italiani, diceva: “Il termine utopia è la maniera più comoda per liquidare quello che non si ha voglia, capacità o coraggio di fare. Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia da qualche parte, solo allora diventa un proposito, cioè qualcosa di infinitamente più grande”. Lo scrive in un post su facebook Di Maio.

To Top