beppe grillo

YOUTUBE Luigi Di Maio: “Se avessero accettato Grillo alle primarie Pd, ora non ci sarebbe il M5S”

YOUTUBE Luigi Di Maio: "Se avessero accettato Grillo alle primarie Pd, ora non ci sarebbe il M5S"

YOUTUBE Luigi Di Maio: “Se avessero accettato Grillo alle primarie Pd, ora non ci sarebbe il M5S”

TORINO – “E’ un treno che non passa più e non vuole perderlo”. Luigi Di Maio utilizza questa metafora per parlare delle elezioni politiche dell’anno prossimo, che il suo Movimento 5 Stelle affronta con l’obiettivo del 40%. “Se avessero accettato Grillo alle primarie PD, ora non ci sarebbe il M5S”, ha detto Di Maio. “Andremo al governo per fare le cose che finora non sono state fatte”, dallo stop alla Torino-Lione, un’opera considerata da sempre uno spreco di risorse “quando ci sono i mezzi pubblici che non funzionano e decine di altri interventi utili da fare per la mobilità”, ai fondi per “le battaglie che i sindaci devono combattere”. Dal palco del Movifest, la festa torinese pentastellata dove a far gli onori di casa è la sindaca Chiara Appendino, Di Maio, intervistato da Marco Travaglio, parla da leader.

Guai però a parlare di incoronazione. “La nostra è l’elezione del portavoce di un programma – dice a proposito delle primarie – e dell’interprete delle idee che portiamo avanti da anni. I candidati? A breve saranno pubblicate le regole – risponde ai giornalisti – e solo allora ci saranno i candidati”. Una rivoluzione rispetto alla selezione della classe dirigente nei partiti tradizionali. “Non avremo candidati che si scontrano nei congressi perché quello che vogliamo cambiare non è il Movimento – sottolinea – ma il Paese”. Di questo parlerà #Italia5 Stelle anche secondo il deputato M5S Alessandro Di Battista. Ovvero “di progetti e soluzioni, della nostra visione che abbiamo del mondo, di imprese e di energia, della politica, interna ed estera…”. Perché “provano a tirarti per la giacchetta, a farti commentare qualsiasi cosa, quando quello che è veramente importante – conclude – sono i temi, i progetti per il cambiamento di questo Paese. Che necessita di un cambiamento radicale”. Video agenzia Vista.

To Top