Berlusconi, Alberto Zangrillo gli ha ordinato: “Lei non si muova”

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 Maggio 2019 16:47 | Ultimo aggiornamento: 1 Maggio 2019 16:47
Berlusconi, Alberto Zangrillo gli ha ordinato: "Lei non si muova"

Berlusconi, Alberto Zangrillo gli ha ordinato: “Lei non si muova” (Foto Ansa)

MILANO – “Lei non si muova”: sarebbe stato il dottor Alberto Zangrillo, fidato medico di Silvio Berlusconi, ad impedire al leader di Forza Italia di lasciare l’ospedale San Raffaele di Milano per andare alla convention del partito a Villa Gernetto.

Zangrillo, secondo quanto scrive Il Giornale, sarebbe stato inamovibile: “Presidente, lei da qui non si muove”, gli avrebbe detto non appena ha capito le intenzioni del proprio paziente.

Questa mattina, primo maggio, il medico ha rassicurato sulle condizioni di Berlusconi, ricoverato da martedì 30 aprile per una occlusione intestinale. “Le sue condizioni sono ottimali — ha detto Zangrillo, primario di Anestesia e Rianimazione cardiochirurgica, alla stampa -. Sta bene, è sereno e sta riposando. Ha subito un intervento chirurgico per un fatto funzionale: alla base non c’era alcuna patologia o malattia organica”.

Le dimissioni sono fissate “per i prossimi giorni”, ha detto Zangrillo, rispondendo a chi gli chiedeva se il leader di Forza Italia sarà in prima linea per la campagna per le Europee del 26 maggio: “Ovviamente è argomento che mi appassiona poco ma, se proprio dovessi, dal punto di vista medico gli direi: “Ma stattene a casa che non ne vale la pena”. Però siccome così non sarà probabilmente, il mio compito sarà quello di prepararlo per la volata finale in modo che lui vinca come è abituato a fare”. (Fonti: Ansa, Il Giornale)