Berlusconi, Andrea Alzetta detto “Tarzan” è l’uomo di Sel che potrebbe “aiutare” Silvio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 settembre 2013 18:57 | Ultimo aggiornamento: 10 settembre 2013 18:57
Berlusconi, Andrea Alzetta detto "Tarzan" è l'uomo di Sel che potrebbe "aiutare" Silvio

Andrea Alzetta

ROMA – “Se il Tar bocciasse il mio ricorso potrei davvero dare una mano a Berlusconi, ricorrendo alla Consulta. A questo punto però, non voglio essere l’utile idiota che rimette in gioco Berlusconi”. Queste le parole di Andrea Alzetta (Sel) detto “Tarzan”, uomo dei centri sociali da anni impegnato nella politica capitolina, che ammette all’Ansa che, paradossalmente, il suo caso potrebbe aiutare il Cavaliere.

Eletto alle ultime amministrative, Alzetta è stato infatti escluso dal Consiglio comunale in quanto “non proclamabile” in virtù della legge Severino e di una condanna a due anni risalente al 1996, relativa alla sua partecipazione agli scontri di Roma del 1991, scoppiati dopo la strage di Al Aqsa. Il Tar si esprimerà il 2 ottobre sul ricorso, che riguarda essenzialmente due punti. Il primo è la natura stessa della condanna, che per i consiglieri fa riferimento a pene non inferiori ai due anni mentre per i parlamentari a pene superiori ai due anni. Il secondo punto, si avvicina invece alla questione della retroattività. “La legge parla di un periodo di incandidabilità di 2 anni moltiplicato per tre, ovvero sei anni. la condanna è del 1996, quindi io nel 2013 sarei eleggibile”, spiega Alzetta.