Berlusconi, asse con Beppe Grillo: “Pronto all’impeachment di Napolitano”

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 dicembre 2013 8:30 | Ultimo aggiornamento: 7 dicembre 2013 10:19
Berlusconi (Foto Lapresse)

Berlusconi (Foto Lapresse)

ROMA – Un asse Berlusconi-Grillo, non alleanza formale certo, ma sintonia di intenti sì. E’ già realtà nelle parole di Berlusconi ai parlamentari di Forza Italia. Un solo obiettivo: far cadere il governo Letta, non escludere l’impeachment di Napolitano. Ovvero la messa in Stato d’accusa del presidente della Repubblica. Berlusconi ha detto ai suoi:

“Dobbiamo sostenere la battaglia di Grillo contro il Quirinale. Valutando anche la strada dell’impeachment”.

La sintonia Forza Italia-M5S va avanti con contatti sotto traccia, come scrive Tommaso Ciriaco su Repubblica:

Il dialogo con il Movimento cinque stelle si alimenta di contatti riservati, gestiti in prima persona dal leader di Forza Italia. Il punto di raccordo tra Berlusconi e Grillo è il professore genovese Paolo Becchi, da molti giudicato il vero ideologo del grillismo. Con lui, le telefonate vanno avanti da tempo. Quel che finora non era emerso, però, l’ha svelato il Cavaliere nel corso di un summit al partito: “Ma lo sapete che qualche settimana fa ho ricevuto Becchi ad Arcore? È bravo e simpatico. E ha ragione quando dice che io e Grillo vogliamo la stessa cosa: far cadere Letta”.

Il nome di Becchi non è nuovo, così come nn sono nuove le notizie di contatti tra Berlusconi e il professore, come aveva già scritto Blitzquotidiano il 31 ottobre scorso.

5 x 1000

E ancora, sempre da Repubblica, qualche passaggio delle parole di Berlusconi:

«Dobbiamo fare casino inventare di tutto per abbattere un governo retto da Napolitano e dalla Consulta». Come? Giocando a tutto campo. Mettendo in discussione la legittimità del Parlamento con una raccolta di pareri di costituzionalisti. E sposando la proposta di legge elettorale che avanzerà Matteo Renzi un attimo dopo le primarie del Pd: «Conta soprattutto che si approvi unariforma, perché se passa una nuova legge elettorale le elezioni diventano quasi obbligate ».

In una lettera ai parlamentari di Forza Italia Berlusconi venerdì ha parlato anche di un presunto asse contro di lui, aggiungendo al consueto connubio “Sinistra e magistrati” anche “alte cariche”. Ancora più esplicita Daniela Santanchè che venerdì, in radio a La Zanzara, ha detto di essere pronta all’impeachement di Napolitano.