Berlusconi contro il cancro: “Piango perché questo male non è stato ancora sconfitto”

Pubblicato il 19 luglio 2010 22:47 | Ultimo aggiornamento: 19 luglio 2010 22:57

Silvio Berlusconi ha affermato di essere in prima linea nella lotta al cancro: ”Piango quando penso che non siamo ancora riusciti a sconfiggere questa malattia terribile”. Il premier ha parlato del tumore dalle terrazze del Duomo di Milano, dove ha ricevuto un premio della Provincia di Milano insieme a don Luigi Verzé.

Don Verzé, prendendo la parola ha detto di avere chiesto al Signore la grazia di sterminare il tumore, prevenendolo e scoprendone la causa: ”Fino ad allora io non posso morire. L’ho giurato”.

Berlusconi, intervenendo dopo il fondatore del San Raffaele ha ricordato quando parlò a piazza del Popolo, prima delle Regionali, dell’impegno del governo per combattere il cancro: ”E’ quello che don Luigi vuole ed è quello che voglio attuare”.

Una delle intenzioni del premier, insieme a don Verzé, è quella di ”portare qui i migliori ricercatori del mondo, mettere in campo i protagonisti della scienza per sconfiggere questo male terribile”.