Decadenza: Berlusconi ricusa i membri della Giunta e chiede rinvio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 settembre 2013 14:29 | Ultimo aggiornamento: 28 settembre 2013 17:52

Berlusconi consegna la sua difesa alla Giunta in SenatoROMA – Silvio Berlusconi ha consegnato la propria memoria difensiva e ricusa i membri della Giunta delle elezioni e delle immunità del Senato. L’ex premier inoltre chiede che la giunta delle immunità “sospenda il giudizio in attesa della decisione della Corte Europea” presso la quale è stato presentato un ricorso contro la legge Severino e che dovrebbe decidere “in tempi assai ravvicinati, ovvero nell’ordine di pochi mesi”. “La presenza delle parti, dell’interessato e di un avvocato non sarebbe che una mera sceneggiata in un copione già ampiamente scritto“.

Berlusconi chiede quindi di “ricusare i componenti della Giunta che, essendosi espressi sul caso, non possono più esser considerati imparziali”. I membri di cui Berlusconi chiede le dimissioni sono dieci. “Vorranno quindi i componenti di codesta Giunta che hanno già espresso il proprio convincimento, in particolare i senatori Stefano (Dario, presidente della Giunta in quota Sel), Pezzopane, Buccarella, Casson, Crimi, Cucca, Fuksia, Giarrusso, Pagliari, Moscardelli, dimettersi per consentire la formazione di un collegio giudicante quantomeno apparentemente imparziale”.

La notizia del deposito della memoria difensiva è stata data dal presidente Dario Stefàno: “Spero che questa scelta possa servire a svelenire il clima”. La mossa arriva a pochi giorni dal voto, previsto per il 4 ottobre, nel quale si deciderà sulla decadenza del leader del centro-destra. “Ho chiesto e ottenuto dal Presidente Grasso – spiega ancora Stefàno, senatore di Sinistra e Libertà – l’autorizzazione alla diretta audio-video della seduta pubblica del 4 ottobre, anche perché le ragioni della difesa possano essere conosciute direttamente da tutti, dai cittadini e dalla stessa comunità dei giuristi”.