“Presunti rapporti sessuali tra Berlusconi ed una minorenne del giro di Lele Mora”. Lo dice Il Fatto

Pubblicato il 26 Ottobre 2010 17:52 | Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre 2010 9:51

Un’indagine in corso su presunti rapporti sessuali tra Berlusconi ed una minorenne marocchina. Lo scrive Il Fatto Quotidiano. In seguito le smentite sull’indagine e lo stesso Fatto che rilancia con un articolo in edicola domani.

”Il Fatto Quotidiano, nel suo articolo, non ha scritto di una denuncia presentata contro Silvio Berlusconi. Il Fatto conferma invece che è in corso alla Procura di Milano un’indagine sui presunti rapporti di una ragazza minorenne di origine marocchina legata al giro di Lele Mora con Silvio Berlusconi”. E’ quanto si legge in una nota del quotidiano che, per l’edizione di domani, annuncia che fornirà ”ulteriori elementi”.

Un nuovo caso Noemi Letizia? “No – racconta il Fatto – perché questa volta la ragazza racconta fatti, incontri, contesto, particolari. Fa i nomi di protagonisti e comprimari. La storia ha, per ora, contorni molto indefiniti. La ragazza, la chiameremo “Ruby”, è di nazionalità marocchina e in questo momento sarebbe ospite di una comunità protetta”.

“Ma fino a qualche tempo fa faceva parte del giro di Lele Mora, che si vanta di essere un vecchio amico di Silvio Berlusconi ed è rimasto vicino al suo ambiente anche dopo le sue disavventure finanziarie (il crac della sua Lm management) e giudiziarie (da cui è uscito con un proscioglimento). La sua auto ha continuato a varcare i cancelli della villa di Arcore: a bordo, un sorridente Lele di solito accompagnato da un paio di ragazze”.

Il procuratore capo di Milano Edmondo Bruti Liberati smentisce comunque che nei suoi uffici sia stata avviata un’inchiesta per accertare presunti incontri a carattere sessuale descritti da una giovane marocchina, all’epoca dei fatti minorenne, e che coinvolgerebbero il premier Silvio Berlusconi.

L’ipotesi che in passato si sia verificato un fatto simile è stata avanzata quindi martedì mattina dal Fatto quotidiano che riporta quella che solo è un’ipotesi aggiungendo che la ragazza in questione avrebbe fatto parte della scuderia di Lele Mora e che avrebbe incontrato più volte il premier ad Arcore. Vicenda che però agli atti della Procura di Milano non risulta per nulla.

“Non ne so nulla. Non ho altro da aggiungere”. Si limita a queste poche e decise parole il commento di Lele Mora sulla vicenda

Nonostante il fitto riserbo di inquirenti e investigatori, a quanto è trapelato esiste però un’indagine della Procura di Milano sulla vicenda. Non ci sarebbe alcun indagato ma sarebbero stati effettuati degli accertamenti.