Berlusconi torna su Schulz: “Kapò? Per i tedeschi mai esistiti lager”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 aprile 2014 13:21 | Ultimo aggiornamento: 26 aprile 2014 13:22
Berlusconi torna su Schulz: "Kapò? Per i tedeschi mai esistiti lager"

(Foto Ansa)

MILANO – Silvio Berlusconi torna sulla famosa battuta del “Kapò” rivolta a Martin Schulz. Durante la presentazione dei candidati di Forza Italia a Milano, Berlusconi ha invitato a non votare Schulz per la presidenza della commissione Ue. “Non volevo offenderlo – ha detto riferito all’episodio del 2003 all’Europarlamento – ma apriti cielo perchè i tedeschi, per loro, i campi di concentramento non sono mai esistiti”.

Berlusconi ha invitato a non votare le forze che fanno parte del Pse, anche perchè “lì c’è quel signore che si chiama Schulz, a cui io involontariamente ho fatto una campagna straordinaria, un signore che non ha grande simpatia non solo per Berlusconi, ma per l’Italia: dunque votare per la sinistra significa votare per lui”.

Il leader di Forza Italia ha ripetuto in pubblico la controversa gag al Parlamento europeo, in cui nel 2003, da premier, consigliò all’allora capogruppo del Pse Schulz (oggi candidato alla presidenza della Commissione Ue) un ruolo da kapò in un film sui campi di concentramento tedeschi. “Non lo volevo offendere – ha concluso Berlusconi – ma apriti cielo, perchè i tedeschi, per loro, i campi di concentramento non sono mai esistiti. I campi di Katyn, invece, sì; quelli tedeschi, no”.