Carlo Giovanardi: “loro” vanno in Forza Italia, “noi” restiamo nel gruppo Pdl

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 ottobre 2013 18:41 | Ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2013 18:41
Carlo Giovanardi: "loro" vanno in Forza Italia, "noi" restiamo nel gruppo Pdl (LaPresse)

Carlo Giovanardi: “loro” vanno in Forza Italia, “noi” restiamo nel gruppo Pdl (LaPresse)

ROMA, 2 OTT – Carlo Giovanardi ribalta la prospettiva: non siamo “noi” (quelli definibili come “alfaniani”) che abbandoniamo il Pdl, sono “loro” (Berlusconi, Verdini, Santanchè etc) che se ne vanno  fondando Forza Italia.

L’esponente del Pdl ex Ministro e ora indicato come uno degli scissionisti del partito di cui è stato co-fondatore, oggi è intervenuto a “Un Giorno da Pecora”, su Radio2, in un collegamento telefonico svoltosi mentre votava la fiducia. ”È stato un ‘votus interruptus”’ ha scherzato Giovanardi che poi si è detto ”contento che Berlusconi abbia deciso di votare la fiducia” perché ”è una cosa positiva per il Paese”.

Sulla decisione di fare un nuovo gruppo parlamentare, Giovanardi dice: ”Sono loro che hanno deciso di fare Forza Italia, che è fuori dal Ppe, mentre noi rimaniamo dove gli elettori ci hanno messo”.

”Quindi – precisa – non c’è nessuna scissione di parte mia, se loro faranno Forza Italia, semmai la scissione la fanno loro..”.
Crede di aver danneggiato Berlusconi con le sue posizioni?
“No, ieri chi ha guadagnato della mia posizione è Berlusconi, visti i risultati di Mediaset in Borsa“.
Quindi fare un altro partito, si o no?
“Se gli altri vanno in Forza Italia, chi rimane si organizzerà in continuità col Pdl”.
Sta dicendo che potreste anche ‘tenervi voi’ il Pdl? “Può darsi anche che lo teniamo noi”, ha detto Giovanardi a Radio2.