Emilio Fede ricattò Berlusconi per 5 mln? Lui: “Ma se li rifiutai da Mediaset”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Marzo 2015 15:18 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2015 15:18
Emilio Fede ricattò Berlusconi per 5 mln? Lui: "Ma se li rifiutai da Mediaset"

Emilio Fede ricattò Berlusconi per 5 mln? Lui: “Ma se li rifiutai da Mediaset”

MILANO – “Io ricattare Berlusconi? Ma se rifiutati un’ offerta da Mediaset di 6 milioni se avessi lasciato in anticipo la direzione del Tg4…”. Emilio Fede replica a un articolo pubblicato da La Stampa secondo il quale tra le accuse nei confronti del giornalista ci sarebbe anche un tentativo di estorsione a Silvio Berlusconi per non rivelare altri particolari sia della vicenda Ruby. Fede avrebbe voluto da Berlusconi 5 milioni.

“Tutto questo fa parte di una ormai vecchia e chiara strategia: cancellarmi definitivamente da Mediaset”, ha aggiunto Fede.>

Secondo Fede è anche singolare che queste ‘presunte rivelazioni’ arrivino proprio alla vigilia della decisione del Tribunale sul suo ricorso contro Mediaset, per quella che lui definisce la rottura anticipata del contratto di consulenza che lo legava all’azienda, firmato dopo aver lasciato la direzione del Tg 4 nel 2012. La sentenza dovrebbe esserci il 13 marzo.

“Nel giro di poche ore mi avevano fatto sapere che non facevo più parte del gruppo e che dovevo lasciare tutto, auto, casa – spiega il giornalista – Avevo un contratto che doveva durare 3 anni”. Il contratto di consulenza, ricorda il giornalista, gli era stato offerto dopo la sua uscita dalla direzione del Tg4, il 28 marzo del 2012. “Anche allora accaddero cose per nulla chiare, mi venne comunicato dalla sera alla mattina che dovevo andarmene, non mi fu concesso neppure di andare in onda un’ultima volta – ha ricordato – Quella è stata una giornata che ha cambiato la storia non solo del giornalismo ma anche politica: basta pensare a chi è arrivato al mio posto”.

Direttore del Tg4 venne nominato Giovanni Toti, ora consigliere politico di Forza Italia.    Per quanto riguarda il presunto ricatto a Berlusconi, il giornalista ha voluto ribadire ancora una volta la sua assoluta fedeltà e il suo affetto al leader di Forza Italia. “Ci siamo fatti una promessa per la vita e io la manterrò – ha concluso – tra pochi giorni uscirà il mio libro ‘Io, Berlusconi, la mia verità. Vita d’azzardo di un grande giornalista’, nel quale spiegherò molte cose”.