Silvio Berlusconi-Francesca Pascale, lite per un matrimonio. Piove sul bagnato?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 ottobre 2013 15:24 | Ultimo aggiornamento: 3 ottobre 2013 15:42
La copertina di Vanity Fair che sarebbe all'origine del litigio Berlusconi-Pascale (LaPresse)

La copertina di Vanity Fair che sarebbe all’origine del litigio Berlusconi-Pascale (LaPresse)

ROMA – Silvio Berlusconi ha litigato con Francesca Pascale. Un pettegolezzo che, con tutte le cose che sono successe a e intorno a Berlusconi negli ultimi giorni era passato inosservato. Le indiscrezioni sul litigio fra Berlusconi e ex soubrette di TeleCafone e attuale padrona di Dudù le ha date per primo Alessandro Da Rold su Linkiesta.

Tutto sarebbe iniziato dopo quella proposta di matrimonio urlata dalla Pascale sulla copertina di Vanity Fair: “Silvio Sposami!”. Correva il giorno 24 settembre. Servizio fotografico nella real casa Berlusconi dove i due appaiono una tenera coppietta accomunata dall’amore per il barboncino Dudù.

Successivamente la Pascale è stata fotografata in un negozio di liste nozze. Ma Silvio non avrebbe nessuna intenzione di sposare la sua fidanzatina dei giorni più duri, anzi sarebbe irritato dalla pubblicità data dalla Pascale alla proposta di matrimonio, dopo tanta discrezione esibita.

Un piccolo braccio di ferro ci sarebbe stato fra i due anche in occasione del compleanno di Berlusconi, il 29 settembre: la Pascale, insieme a Daniela Santanchè, voleva una festa in grande stile. Ma alla fine ha vinto Silvio: non è il momento di festeggiare.

Hanno litigato, ma non hanno rotto. Qualche ora dopo la sconfitta di Berlusconi in occasione del voto di fiducia al governo Letta, i due sono stati avvistati in pizzeria, insieme all’enigmatica Nunzia De Girolamo (berlusconiana o alfaniana?).

A dare un’interpretazione maliziosa è Imma De Vivo, gemellina napoletana ex Isola dei Famosi e soprattutto ex partecipante alle “cene eleganti” descritte negli atti del processo Ruby. Secondo la De Vivo, che pure deve provare qualche invidia per la Pascale, Berlusconi voleva lasciare la sua fidanzata dopo le elezioni politiche di febbraio:

“Francesca Pascale ha sempre avuto ambizioni nel mondo dello spettacolo e sognava la tv. Non dovrebbe vergognarsene. Eppure l’immagine che si è voluta creare in questi mesi, accanto a Silvio, è molto lontana dalla realtà. Dopo il fidanzamento ufficiale – continua la De Vivo – lei ha cambiato atteggiamento. Prima ci sentivamo spesso al telefono e ci incontravamo anche ad Arcore: abbiamo trascorso molti pomeriggi facendo passeggiate e shopping insieme. Ma poi lei si è piano piano allontanata. Non è poi così difficile fare la donna del presidente… tutti sono capaci di vivere nell’agio e nel lusso. E vedo che Francesca si è calata già molto bene nella parte”.

Poi la De Vivo ne ha anche per Berlusconi: “Ricordo che prima delle elezioni una sera a noi ospiti disse. ‘Dopo il voto la lascio…’. Evidentemente ha cambiato idea, ma è una frase che mi colpì molto perché lui spiegò: “Non mi innamoro più di nessuno. L’ultima persona che ho amato oltre ai miei figli è la mia ex moglie. E mi dispiace dirlo perché per Francesca provo comunque un grande affetto”.

Difficile capire come stiano realmente le cose, ma dagli osservatori della cronaca rosa, il cambio di residenza fatto da Berlusconi – ora è cittadino romano, residente a Palazzo Grazioli – è stato visto come un allontanamento dal nido della coppia, la villa di Arcore.