Veronica Lario non si rassegna: in Cassazione per riottenere l’assegno milionario da Berlusconi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 gennaio 2018 12:32 | Ultimo aggiornamento: 17 gennaio 2018 14:33
veronica-lario-berlusconi-divorzio

Veronica Lario non si rassegna: in Cassazione per riottenere l’assegno milionario da Berlusconi

ROMA – Veronica Lario non si rassegna: in Cassazione per riottenere l’assegno milionario da Berlusconi. Il divorzio Berlusconi-Lario si appresta alle battute finali: dopo la sentenza di Appello che ribaltava quella del Tribunale ingiungendo a Veronica Lario (all’anagrafe Miriam Bartolini) la restituzione di 45 milioni di euro, saranno i giudici della Corte di Cassazione a pronunciare il verdetto definitivo.

Negli uffici della cassazione è infatti arrivata la notifica del ricorso avverso all’azzeramento dell’assegno di mantenimento da parte degli avvocati della ex moglie di Berlusconi.

Cristina Morelli, l’avvocato di Veronica Lario, aveva definito “profondamente ingiusta” la decisione della corte d’Appello, che aveva eliminato l’assegno di mantenimento da 1,4 milioni mensili stabilito nel 2013 dal tribunale di Monza. Puntuale, entro i 60 giorni previsti dai termini, è giunto il ricorso.

La sentenza segue il precedente, a suo modo storico in ambito civilista nelle cause di divorzio e separazione, di quella della causa fra l’ex ministro dell’Economia Vittorio Grilli e la ex moglie: da questo momento a contare è il criterio dell’autosufficienza economica e non il tenore di vita goduto durante le nozze.