Corti costituzionali, Italia e Germania: auto blu, pompa, costi. Qui 41,4 là 25

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Marzo 2014 11:02 | Ultimo aggiornamento: 17 Marzo 2014 8:36

Corti costituzionali, Italia e Germania: auto blu, pompa, costi. Qui 41,4 là 25ROMA – Il visitatore che arriva a Karlsruhe, dove ha sede la Corte costituzionale della Germania,

“percepisce subito come qui il potere si misura in modo proporzionalmente inverso allo sfarzo. Inutile darsi arie di essere forti, quando lo si è”.

La sensazione che prova Federico Fubini dà i brividi a noi poveri italiani in crisi. Federico Fubini ha scritto un articolo su Repubblica sulla posizione della Corte costituzionale tedesca verso l’euro e, da cronista scrupoloso, è andato fin là a cercar di capire.

Nel suo articolo, colpisce questo passaggio:

“In Italia qualunque tribunale di provincia sembra più imponente di questo complesso di padiglioni, per non parlare poi della Corte costituzionale. A Roma ciascun giudice della Consulta [il palazzo dove ha sede la Corte costituzionale italiana] dispone di una foresteria in un magnifico palazzo e ha diritto in permanenza a un’auto blucon due autisti, anche nel primo anno di pensione.

“Nel cortile della Corte tedesca le auto blu invece sono appena due, una per il presidente e l’altra a turno per le trasferte di lavoro degli altri.

“I giudici costituzionali guadagnano un terzo dei loro colleghi italiani, che ricevono oltre 450 mila euro l’anno.

“Nel parcheggio in giardino, a Karlsruhe, si contano più biciclette che mezzi a motore. Questa è un ex caserma presa in prestito per non pagare un affitto in attesa di rinnovare la sede permanente, peraltro non molto più sfarzosa di così.

“Se i palazzi del potere hanno un linguaggio, la Corte italiana esprime pompa, magnificenza, superiorità e costa 41,4 milioni l’anno. Quella di Karlsruhe costa 25 milioni ed esprime concretezza e umiltà di fronte ai cittadini. Solo quelli tedeschi ovviamente, non gli europei”.