Di Maio: “Fidarsi del Pd? Vediamo come votano in Aula”. Ma non smentisce Di Battista

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Settembre 2019 12:48 | Ultimo aggiornamento: 20 Settembre 2019 12:48
Di Maio a Di Battista: "Fidarsi del Pd? Vediamo come votano"

Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista (Ansa)

ROMA – S’è fatta un po’ attendere la risposta di Di Maio a Di Battista. Non allineato e con aura di ribelle, Di Battista ha invitato ieri platealmente il MoVimento a non fidarsi del Pd derenzizzato. Se per Giuseppe Conte il Pd è degno di fiducia per il solo fatto che “responsabilmente ha deciso di sostenere questa esperienza del governo”, il capo politico Di Maio si mantiene più cauto. La lealtà del Pd, sostiene, va sottoposta alla prova dei fatti, e cioè da come voterà sui provvedimenti in agenda che stanno a cuore a M5S. 

Il post di Di Maio

“Qualcuno dice: “non vi fidate del Pd”, “attenti”. Io dico a tutti: la fiducia si dimostra! E in questo caso alla prova dei voti in Parlamento. E la prima prova di questo Governo è il taglio dei parlamentari. Va fatto nelle prime due settimane di ottobre. E poi la vera prova del nove per noi e per questo Governo sarà la legge di bilancio di dicembre. Il minimo sindacale è evitare l’aumento dell’Iva. Dobbiamo dare ai lavoratori un salario minimo e abbassare le tasse. Altrimenti che cavolo ci stiamo a fare al Governo?”. Così sul blog Luigi Di Maio.

Marcucci, Pd: “Conte e Di Maio tengano a bada i deliri di Di Battista”

“Il governo rischia di essere messo sotto scacco dalla furia di Di Battista e dall’area radicale del M5S”. Lo afferma il presidente dei senatori Pd Andrea Marcucci. “Consiglierei al Premier Conte e al ministro Di Maio – sottolinea – di tenere a bada i deliri di Di Battista, che sembra pronto a fare di tutto per rompere l’attuale maggioranza parlamentare. Chi nei giorni scorsi ha paventato rischi, nella realtà inesistenti, per la formazione del gruppo parlamentare Italia Viva, stia invece attento a quello che succede nel M5S”. (fonte Ansa)