Lilli Gruber mistero svelato. Ferrara: Stefania Giannini, Floris l’ha scippata

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Settembre 2014 16:02 | Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio 2015 11:44
Lilli Gruber mistero svelato. Ferrara: Stefania Giannini, Floris l'ha scippata

Lilli Gruber mistero svelato. Ferrara: Stefania Giannini, Floris l’ha scippata

ROMA – Lilli Gruber ha fatto saltare Otto e mezzo all’ultimo minuto lunedì 15 settembre 2014 non per un malore o un abbassamento di voce e conseguente corsa al pronto soccorso ma a causa di uno sgarbo tremendo di Giovanni Floris.

Questa è la verità secondo il Foglio di Giuliano Ferrara, che ha pubblicato una lettera in cui si spiega per filo e per segno quanto accaduto nei corridoi degli studi di La7. La verità di Ferrara è stata poi diffusa in rete dal sito del quotidiano Libero:

“Un uccellino solitamente bene informato – si legge nella missiva a firma Vittorio De Dominicis – mi dice che Lilli non è andata in onda per protesta contro l’invadenza di Giovanni Floris”. Lunedì 15 alle 20.30, ricorda Libero, Enrico Mentana ha chiuso il suo Tg annunciando, a sorpresa, che Otto e mezzo non sarebbe andato in onda:

“Un problema pensiamo momentaneo, speriamo momentaneo”, aveva spiegato sibillino il direttore. Cosa è successo in quei minuti? Floris, neo-acquisto della scuderia di Urbano Cairo, aveva invitato in studio a 19e40, il talk che precede il TgLa7, la ministra dell’Istruzione Stefania Giannini. La Gruber, però, aveva già invitato il ministro per la puntata di Otto e mezzo di quella stessa sera, per affrontare il medesimo argomento: l’inizio dell’anno scolastico. Come si dice in gergo: ospite bruciato dall’ingombrante Floris, che guarda caso sarebbe stato ospite in studio della stessa Lilli.
Un corto-circuito tra prime donne che ha mandato su tutte le furie la Gruber. L’unica, tra l’altro, ad aver fatto registrare ascolti decenti visto il flop colossale di Floris sia con 19e40sia con il serale DiMartedì e il debutto buono di PiazzaPulita di Corrado Formigli, che però ha perso la guerra dello share con Paolo Del Debbio.

 

Dati che Lilli avrebbe fatto notare a Cairo, prospettando l’ipotesi di trasferirsi a Raitre. “Sembra che, nel corso della telefonata con Cairo – conclude la letterina del Foglio -, sarebbe stata sottolineata la dabbenaggine di avere chiamato il programma 19.40, ricalcando in maniera pigra e ripetitiva il modulo di Otto e mezzo”.

Nell’attesa che il patron trovi una soluzione all’inghippo, ecco il boicottaggio di Otto e mezzo con una malattia molto sospetta che proseguirà anche venerdì sera: Lilli, “influenzata”, non andrà in onda e al suo posto ci sarà Mentana, direttorissimo abituato alle maratone. Da qualche giorno non si hanno più sue notizie. Otto e mezzo di Lilli Gruber resta nel limbo. Da tre giorni non va in onda e i retroscena sul perché dello stop si sprecano. Ufficialmente la conduttrice è vittima di un abbassamento di voce, ma i rumors parlano di una lite con Giovanni Floris e di trattative segrete con Rai 3. Finora la Gruber non ha parlato, è rimasta in silenzio trincerata dietro i comunicati di La7 e gli annunci di Enrico Mentana che a termine del tg delle 20 e 30 aggiorna i telespettatori sul caso Gruber.

Ma poco prima dello stop Lilli ha rilasciato un’intervista a Nuovo in cui ha parlato del suo incontro con Papa Francesco e di un invito in studio fatto al Pontefice. “L’ho invitato aOtto e Mezzo. Di recente ho avuto modo di incontrarlo e gli ho regalato il mio ultimo libro scrivendogli una dedica accompagnata dal mio numero di cellulare. L’ho invitato formalmente e lui mi ha risposto che ha molto da fare. Io però non dispero”. E ancora: “Con il Santo Padre ho parlato del ruolo dei giornalisti. Lui sostiene che abbiamo tre doveri, ovvero bellezza, bontà e verità”.

Poi la Gruber parla anche di chi gli ha detto “no” e non ha accettato il suo invito in trasmissione: “Chi ha sempre detto no è Marina Berlusconi. Abbiamo anche invitato Sergio Marchionne, finora senza esito”.