Lo Spirito Santo in Sistina scelse Papa Francesco: card.Kaspet a Paolo Rodari

Pubblicato il 16 Marzo 2014 9:10 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2014 9:10
Lo Spirito Santo in Sistina scelse Papa Francesco: card.Kaspet a Paolo Rodari

Il card. Walter Kasper: lo Spirito Santo entrò nella Cappella Sistina e fece scegliere Papa Francesco

L’elezione a Papa Francesco di Jorge Mario Bergoglio, nel ricordo del cardinale tedesco Walter Kasper, come raccontata a Paolo Rodari di Repubblica:

Fu lo Spirito Santo, ricorda il card Kasper, che a un certo punto volle

“con forza dire la sua”. […] Dentro la Sistina ho avuto da subito la sensazione che qualcosa di fortemente spirituale stesse accadendo. Anche molti altri cardinali mi hanno confermato la medesima percezione. Forse erano le preghiere dei fedeli per noi”.

“L’esito del conclave era un’incognita per tutti, questa volta credo più di altre volte. Sono entrato senza sapere cosa sarebbe successo. […] Prima di entrare non era chiaro se la maggioranza dei cardinali si sarebbe indirizzata su una scelta così “altra”, diciamo dirompente. E, invece, così è stato: un conclave di fatto rapido, con una maggioranza che ha scelto via via il nome di Bergoglio. Una scelta anche nel segno della cattolicità, del riconoscimento che l’Occidente e l’Europa avevano bisogno di aria fresca, della voce di un mondo in grande espansione. Il cristianesimo in Europa fatica, mentre in altre parti del mondo è più vivo. Giusto ripartire guardando oltre”.

Resa e rassegnazione del Vecchio Mondo.

L’Europa ha dovuto cedere il passo al nuovo mondo, la Chiesa si è adeguata un secolo in ritardo. L’America latina proxy dei cattolici irlandesi del Nord, troppo yankee per essere accettati a Oriente e nell’ Africa Nera.

Le parole del card. Kasper sembrano il suggello alla presa di possesso. Duemila anni fa furono i greci sugli ebrei, subito dopo i Romani del decadente e poi decaduto impero. Ora, duemila anni dopo, qualcosa di profondo è accaduto, forse di irreversibile. Il mondo è diverso, più vicino, più unito, più compatto.