Multa a chi attacca lucchetti per Roma: ma sfruttare la moda per i turisti?

Pubblicato il 21 settembre 2012 20:05 | Ultimo aggiornamento: 21 settembre 2012 20:07
Rimozione dei lucchetti dell'amore dal Ponte Milvio

Rimozione dei lucchetti dell’amore dal Ponte Milvio (Foto LaPresse)

ROMA – Ma perché tutto questo accanimento con i lucchetti alla Moccia che da ponte Milvio sono dilagati in tutti i ponti di Roma e anche fuori confine? Va bene toglierli da dove danno fastidio e dove rischiano di far cadere i lampioni (come a ponte Milvio), ma perché accanirsi ovunque? Il sindaco di Roma, il nostro caro Gianni Alemanno, ha deciso che chi si azzarda ad appendere un nuovo lucchetto verrà multato di ben 250 euro.

Girando per l’Europa ci è capitato di vedere diversi ponti a cui sono stati attaccati dei lucchetti: significa che questa bizzarra moda dilanga, che ci piaccia o no. E siccome non costituisce reati e finché non fa male a nessuno perché vietarla? Può anche non piacere a chi sta scrivendo, per gusto e opinione, ma perché non lasciare a chi ci crede il piacere di fare una cosa in realtà innocua? Oltre al fatto che qui in Italia, dove (purtroppo direbbe qualcuno) il fenomeno è nato, questa moda potrebbe rappresentare anche un’attrattiva per i turisti. Ci vogliamo, come al solito, dare la zappa sui piedi da soli?