Marina Berlusconi unico jolly anti-Renzi. Il modello spagnolo sola chance

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 gennaio 2014 5:00 | Ultimo aggiornamento: 7 gennaio 2014 13:45
Marina Berlusconi unico jolly anti-Renzi. Il modello spagnolo sola chance

Marina Berlusconi unico jolly anti-Renzi. Il modello spagnolo sola chance

ROMA – Marina Berlusconi unico jolly anti-Renzi del Cavaliere. E il modello spagnolo sola chance. Le misure restrittive nei confronti di Berlusconi non gli consentiranno di fare campagna elettorale. Ma al voto a maggio (election day con le europee) ci crede eccome: il “bavaglio” al leader dell’opposizione, confida, si rivelerà un boomerang per la sinistra. C’è ancora da decidere il modello di nuova legge elettorale: escluso il Mattarellum corretto, un’intesa con Renzi su quello spagnolo, un sistema proporzionale rivisto, potrebbe corroborare le speranze di rivincita o perlomeno di una campagna elettorale vissuta da protagonista. Sia pur per interposta persona: e il nome è sempre quello della figlia Marina, nonostante i ripetuti dinieghi.

Ora è ancora presto per rendere pubblica l’investitura. E infatti, come riferisce il retroscenista di Repubblica Carmelo Lopapa, Berlusconi sta ancora sondando credibilità e consenso di altri candidati, ma i risultati sono tutt’altro che incoraggianti: il direttore di due tg Mediaset Giovanni Toti risulta funzionare in tv ma nulla di più, un  test su Angelino Alfano nonostante l’esilio attuale ha confermato che la sua figura non sfonda, con o senza tutela berlusconiana. Non resta che Marina, di qui non si scappa.

E allora l’unico «jolly» resta la figlia Marina. «Il presidente sa che se scegliesse un uomo in chiave anti Renzi, sarebbe comunque un clone — spiegaun ex ministro berlusconiano dell’inner circle — l’effetto sorpresa funzionerà solo con una donna. E il nome resta solo uno». Quello più fidato, che salverà il brand nel simbolo e forse lo zoccolo duro alle urne. (Carmelo Lopapa, La Repubblica)