Marina Militare, confronto: quella inglese respingerà in Francia le barche dei migranti

di Giampaolo Scacchi
Pubblicato il 8 Agosto 2020 6:35 | Ultimo aggiornamento: 8 Agosto 2020 10:14
Marina Militare, foto d'archivio Ansa

Marina Militare, confronto: quella inglese respingerà in Francia le barche dei migranti

La Marina Militare italiana soccorre i migranti e li scorta in salvo sulle coste italiane, la Royal Navy britannica le farà tornare indietro sulla costa francese della Manica.

Marina Militare italiana e inglese a confronto. A impartire le severe regole cui si dovranno attenere le navi da guerra britanniche impegnate nella Manica, informa Giampaolo Scacchi, è stata il ministro dell’Interno Priti Patel. È figlia di immigrati indiani espulsi dall’Uganda negli anni ’70. Arrivarono senza un soldo. Lavorando sodo si arricchirono, lasciando basiti i fannulloni inglesi. La seconda generazione ha scalato i vertici del potere.

Secondo quanto riportato dal Daily Mail, in seguito a un numero record di migranti che ha raggiunto la Gran Bretagna, il ministro dell’interno britannico Priti Patel ha proposto l’invio di pattuglie della Royal Navy nel Canale della Manica.

Piani di respingimento afffidato alla Marina inglese

Ai funzionari è stato ordinato di stilare dei piani in cui, per la prima volta, la Royal Navy potrebbe far tornare indietro le imbarcazioni.

Nei giorni scorsi 235 migranti su 17 navi hanno effettuato la pericolosa traversata, il totale giornaliero più alto dall’inizio della crisi, superando il precedente record di 202 stabilito giovedì della scorsa settimana.

Rispetto ai 1.850 del 2019, nei primi 290 giorni del 2020, quasi 3.950 migranti hanno effettuato la traversata a bordo di piccole imbarcazioni.

Fatto che rappresenta un “affronto” per Patel, che lo scorso ottobre ha promesso che gli attraversamenti sarebbero stati praticamente eliminati. Una fonte del Ministero dell’Interno ha detto:

Un movimento record nell’estate 2020

“Il numero record è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso e spinto il ministro a proporre questa nuova iniziativa.

La soluzione reale deve arrivare dai francesi. Vogliamo che li riprendano”.

Alcune fonti hanno affermato che le navi della Royal Navy potrebbero iniziare a far tornare in Francia le barche dei migranti attraverso un incremento dei respingimenti.

Ai parlamentari britannici Patel ha riferito di aver chiesto una consulenza legale secondo cui l’iniziativa rispetterebbe il diritto marittimo internazionale.

Sembra tuttavia che l’iniziativa sia molto controversa e rischierebbe di inimicarsi il governo francese.

Il quale ha già dichiarato alla Gran Bretagna di ritenerla illegale.

Nel gruppo di migranti sbarcato l’altro ieri sulla spiaggia di Dungeness in Kent, c’erano dei bambini.

Uno di circa quattro anni era esausto e si era sdraiato sui ciottoli della spiaggia con le braccia aperte.

Una donna incinta di otto mesi teneva per mano un altro bambino. Sembrava stanca e quando è stata recuperata da una scialuppa di salvataggio, ha preso la testa tra le mani.

“Fare una traversata così rischiosa attraverso la Manica in avanzato stato di gravidanza la dice lunga su quante ne hanno passate” ha commentato Susan Pilcher, fotografa amatoriale che scattato alcune immagini del recupero. (Fonte: Daily Mail).