Papa Francesco, la valigia è una borsa: carte segrete con nomine e organigrammi?

Pubblicato il 24 Luglio 2013 5:05 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2013 23:00
Papa Francesco, la valigia è una borsa: carte segrete con nomine e organigrammi?

Papa Francesco: un borsa gonfia di carte segrete?

Il Papa con la valigia: il Papa Francesco in viaggio in Brasile con una borsa nera di un certo ingombro ha eccitato la fantasia dei giornalisti italiani, forse troppo giovani per collegare l’immagine del Papa con quella di Claudia Cardinale, la “ragazza con la valigia” del 1961.

Non è un grande paragone, non per la bellezza travolgente della appena diciannovenne Claudia Cardinale, ma perché è proprio una sciocchezza mettere assieme la valigia di cartone di una ragazza disperata in cerca di fortuna nell’Italia di mezzo secolo fa, con la elegante borsa di pelle nera del Papa Francesco del tipo che se ne vedono a decine sugli aerei della rotta Milano – Roma in mano ai commuter del business.

E di una borsa da manager si tratta, infatti, non da Papa, né da emigrante. Bella, di pelle nera, con tre scompartimenti e due tasche esterne, di quelle che possono tenere centinaia di fogli e anche un cambio di biancheria.

Che il Papa la portasse con sé non stupisce più di tanto. Avrà avuto  intenzione di leggere un po’ di quei tanti documenti che di sicuro passano sulla scrivania di uno nella sua posizione e non sembra nello stile dell’uomo l’uso di farsela portare da un autista o da un da un valletto.

Non sarà nello stile dell’uomo, ma vien da pensare che dopo tutto quel che si è letto sui giornali sul cameriere del Papa Benedetto che si faceva fotocopie dei documenti segreti, Papa Francesco non si fiderà più di tanto a dare la borsa in mano a qualcuno.

Viene anche da pensare a cosa ci sia in quella borsa: organigrammi? rapporti di polizia? o anche libri di teologia o di preghiera?

C’è il nome del prossimo segretario di Stato? Magari con un report di sacri cacciatori di teste con i profili dei candidati.

Alla luce di due controverse nomine fra le ultime di cui si è saputo, c’è da sperare che Papa Francesco abbia cambiato consulenti.