Sciopera l’orchestra a Napoli. La solita Italia? Lo sciopero è un lusso, ma…

Pubblicato il 28 settembre 2013 11:30 | Ultimo aggiornamento: 28 settembre 2013 11:30
Sciopera l'orchestra a Napoli. La solita Italia? Lo sciopero è un lusso, ma...

Teatro San Carlo, Napoli: vuoto per lo sciopero degli orchestrali

A Napoli gli orchestrali, categoria iper protetta, iper sindacalizzata e ben pagata,  del teatro San Carlo sciopera; ci doveva andare Napolitano e loro se ne fottono e Polo Isotta si indigna sul Corriere della Sera:

“Siamo senza parole. Certe liturgie degli anni Settanta credevamo fossero del tutto dietro le nostre spalle. Invece lo sciopero indetto da orchestra e coro del San Carlo dimostra che il tempo non è stato maestro a nessuno. “Lo sciopero da loro proclamato è un gravissimo errore giacché finisce col distruggere proprio le ragioni rivendicative nel merito delle quali non vogliamo entrare.

“Il concerto inaugurale della stagione sinfonica che con lo sciopero è stato revocato nel nulla è una di quelle manifestazioni qualificanti dotate di un respiro addirittura mondiale. Noi diamo ancora la volta l’immagine di una Nazione priva di amor di Patria e di orgoglio nazionale.

“Nemmeno l’annunciata presenza del capo dello Stato ha indotto a cercare altre forme di protesta. Che cosa aggiungere?”.

Il titolo è:

“Danno d’immagine che scredita il Paese”.