Berlusconi torna? Ma non aveva detto che aveva lasciato per sempre?

Pubblicato il 22 Giugno 2012 21:01 | Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2012 21:04
berlusconi

Silvio Berlusconi (Foto LaPresse)

ROMA – Ma Silvio Berlusconi non aveva detto che si ritirava dalla politica, che non si candidava più? Non ci avevamo mai creduto fino in fondo ma non pensavamo che uscisse allo scoperto così presto con l’arte che più lo contraddistingue: quella di contraddire se stesso. Come ai vecchi tempi è tornato a prendere la parola durante un evento pubblico, l’incontro con i giovani del Pdl, la Giovane Italia e come ai vecchi tempi è andato a braccio dicendo: “Altro che Monti, sarò io il prossimo leader dei moderati”.

Oddio, ma allora ritorna? Allora non era vero che aveva lasciato il passo ad Angelino Alfano o a un “giovane”. Vuole ancora avere lo scettro in mano… Aveva mentito, per l’ennesima volta.

Oltre ha questo ha cavalcato i soliti temi: “C’è stata una pausa nella democrazia del nostro Paese: c’era un governo democraticamente eletto, che governava in modo certamente non abominevole, ma ad un certo punto c’è stata la crisi dello spread e delle Borse e sono arrivati i nominati dal Presidente della Repubblica, e la situazione non è cambiata, nonostante in Parlamento non solo la maggioranza ma anche l’opposizione sostenga i provvedimenti, ed il governo si avvalga di uno strumento che è il decreto legge”. L’ex premier respinge ancora una volta le critiche: ”lo spread – dice – non era colpa nostra, ma colpa della debolezza di una moneta, l’euro, che non ha una banca garante e non stampa moneta”. Amara la conclusione: ”Pesante, siamo un paese governata da gente non eletta”.

Il ritorno alla politica. ”Se io dovessi rispondere a chi mi chiede se oggi io abbia ancora intenzione di dedicarmi alla politica e dedicarmi al Paese, non è un fatto definitivo ma sto maturando delle soluzioni, ma io ci sto, datemi il 51%”. Berlusconi ha però parole buone per il suo collega e attuale e segretario del Pdl: ”Alfano ha il consenso di tutti, è intelligente, parla con la testa e con cuore ed entusiasma il pubblico”.