Vendite quotidiani, aprile 2022: la Stampa Lgbt, emblema dei giornali in crisi, e un altro 10% se ne è andato 

Vendite quotidiani, aprile 2022: la Stampa Lgbt, emblema dei giornali in crisi, quando non danno ma fanno notizia, intanto, un altro 10 per cent che se ne è andato 

di Sergio Carli
Pubblicato il 21 Giugno 2022 - 13:02
Vendite quotidiani, aprile 2022: la Stampa Lgbt, emblema dei giornali in crisi, e un altro 10% se ne è andato 

Vendite quotidiani, aprile 2022: la Stampa Lgbt, emblema dei giornali in crisi, e un altro 10% se ne è andato 

Vendite giornali quotidiani in edicola, mese di aprile 2022: un altro 10 per cento che se ne è andato.  Il numero di copie vendute si è ridotto a 1.185.061, da 1.304.884 di un anno fa. Ed è anche sotto le 1.194.564 copie vendute in marzo, nonostante la stagionalità.

Inutile fare l’appello dei migliori e dei peggiori, vanno tutti male, eccettuati la Verità (ma parliamo di 27 mila copie totali), l’Avvenire e gli sportivi (ma non Tuttosport che paga il dramma Juventus) in ripresa post lock-down.

Un segno che qualcosa non va nel sistema è nella notizia che la Stampa di Torino ha partecipato con un proprio carro o carretto al Torino Pride, sfilata del mondo Lgbt.

La notizia genera sconcerto e sconforto. Siamo cresciuti nel mestiere in un periodo mitico, fra le crisi degli anni ’60 e il boom di fine ’90 avendo ben chiaro un dogma. I giornalisti raccontano quel che accade, lo descrivono, lo criticano, giudicano anche. Ma mai partecipano. Fu una regola aurea cui tutti ci attenemmo. Anche i giornalisti dell’Unità, organo del Pci, in quanto tali potenzialmente esentati. No, anche loro stavano nel gruppo dei cronisti, non con i protagonisti.

Quando i giornali non fanno più i giornali

C’è da dire che la Stampa in questo ultimo mezzo secolo è stata crocevia di forti tensioni, sotto la spinta della prima città industriale d’Italia e di un provincialismo secolare. Negli anni del terrorismo, un vice direttore, Carlo Casalegno, fu ucciso da un commando. Altri giornalisti, in altre città, furono uccisi o azzoppati: Walter Tobagi, Indro Montanelli, Vittorio Bruno…. Ma alla Stampa il clima fu particolarmente feroce.

E alla Stampa si verificò un precedente che pochi ricordano.

Lo ha rievocato Cronaca Oggi: “Dal Pci a Lgbt, in 50 anni la parabola di un grande giornale…ma a Ramallah Hamas lo farebbe sequestrare”. Ramallah, ricordiamolo, è il cuore della resistenza palestinese, che se sei di sinistra non puoi ignorare. E a Ramallah, in Cisgiordania: un concerto Lgbt della comunità palestinese è stato annullato, non da Israele ma da Hamas.

Nel 1974 nel corteo del Primo Maggio c’erano anche giornalisti della Stampa. Il Soviet imperava in redazione, quello che portava lo striscione venne assunto. Era uno stagista. Dopo qualche mese non si sentì a suo agio nel clima che dominava in quegli anni nel quotidiano solo nominalmente della Fiat. E si dimise, cambiò mestiere.

 In quegli anni la Stampa perse 110 mila copie, il sogno di superare il Corriere della Sera svanì per sempre. Nel 2022, al Torino Pride, per la prima volta il carro dei giornalisti de La Stampa.  La Stampa si è ridotta a vendere 68 mila copie. Dal Pci al Lgbt. Ominous?

Il passato che ritorna dà sempre un po’ di angoscia. Ma la depressione sale se dopo si legge latabella che segue.

La tabella con le vendite dei giornali nel mese di aprile 2022

Quotidiani
Aprile 2022 Aprile 2021 2022 su 2021
L’Adige 8.319 9.709 0,85
Alto Adige 3.910 4.877 0,80
L’Arena 16.204 18.810 0,86
Avvenire 5.573 5.465 1,01
Il Centro 8.000 9.007 0,88
Corriere Adriatico 7.838 8.359 0,93
Corriere della Sera 148.723 160.651 0,92
Corriere delle Alpi 3.558 4.056 0,87
Corriere dello Sport 34.309 34.177 1,00
Corriere dello Sport lun. 44.443 43.435 1,02
Corriere Umbria 4.537 4.435 1,02
Dolomiten 5.112 6.019 0,84
L’Eco di Bergamo 14.133 16.377 0,86
Editoriale Oggi 2.372 2.643 0,89
Il Fatto Quotidiano 22.787 26.822 0,84
Gazzetta del Sud 9.358 11.099 0,84
Gazzetta di Mantova 10.921 12.381 0,88
Gazzetta di Modena 5.219 5.117 1,01
Gazzetta di Parma 12.036 14.779 0,81
Gazzetta di Reggio 5.524 5.959 0,92
Gazzetta dello Sport 85.573 56.326 1,51
Gazzetta dello Sport lun. 99.548 78.944 1,26
Il Gazzettino 30.520 33.826 0,90
Il Giornale 29.785 36.840 0,80
Giornale di Brescia 14.189 15.910 0,89
Giornale di Sicilia 5.672 6.853 0,82
Giornale di Vicenza 14.237 16.359 0,87
Italia Oggi 6.722 7.403 0,90
Libero 18.070 20.998 0,86
Libertà 12.903 14.534 0,88
Il Manifesto 6.619 8.035 0,82
Il Mattino 15.585 17.883 0,87
Il Mattino di Padova 11.098 12.363 0,89
Il Messaggero 45.561 49.786 0,91
Il Messaggero veneto 25.703 30.716 0,83
La Nuova Venezia 4.864 5.659 0,85
La Nuova Ferrara 4.255 4.740 0,89
La Nuova Sardegna 18.764 21.582 0,86
Nuovo quotidiano Puglia 6.006 6.015 0,99
Il Piccolo 11.756 14.193 0,82
La Provincia Co-Lc-So 12.392 14.073 0,88
Provincia di Cremona 9.131 10.155 0,89
La Provincia Pavese 6.922 8.038 0,86
Il Giorno 18.634 20.874 0,89
Il Resto del Carlino 62.387 68.990 0,90
La Nazione 40.576 46.844 0,86
Repubblica 87.389 113.476 0,77
Il Secolo XIX 21.842 26.679 0,81
La Sicilia 6.210 6.968 0,89
Il Sole 24 Ore 24.726 33.611 0,73
La Stampa 68.074 70.379 0,96
Il Tempo 6.454 7.308 0,88
Il Tirreno 21.454 24.892 0,86
La Tribuna di Treviso 6.692 7.563 0,88
Tuttosport 21.033 22.379 0,93
Tuttosport lun. 23.108 27.397 0,84
L’Unione Sarda 24.021 28.258 0,85
La Verità 26.938 24.291 1,10
Totale 1.185.061 1.304.884 0,90