Virginia Raggi e il maiale tra i rifiuti: “E’ di un Casamonica, lo ha ammesso lui”. Ah ecco…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 gennaio 2018 15:01 | Ultimo aggiornamento: 17 gennaio 2018 15:01
raggi-maiale-casamonica

Virginia Raggi e il maiale tra i rifiuti: “E’ di un Casamonica, lo ha ammesso lui”. Ah ecco…

ROMA – Virginia Raggi e il maiale tra i rifiuti: “E’ di un Casamonica, lo ha ammesso lui”. Ah ecco… “Mi spiace che la campagna elettorale abbia spinto Giorgia Meloni a rilanciare l’immagine di un maiale in strada. La politica dovrebbe essere altro. Abbiamo scoperto che quel il maiale è di proprietà di un membro della famiglia Casamonica che ha ammesso alla polizia locale di averne perso il controllo il giorno precedente”.

Così la sindaca di Roma Virginia Raggi nel corso della presentazione di un protocollo per aumentare la raccolta differenziata, riferendosi alle foto rilanciate nei giorni scorsi da Giorgia Meloni di un maiale tra i cassonetti dei rifiuti e poi mentre attraversava la strada nel quartiere della Romanina, alla periferia di Roma.

La sobrietà del comunicato Ansa non nasconde l’ironia della vicenda, il grottesco che sembra avvolgere ogni notizia dalla Capitale: intendiamoci, l’amministrazione Raggi ha le sue colpe (vedi Spelacchio, l’albero di Natale mezzo morto assurto a simbolo di ognuno scelga cosa) ma a furia di metaforizzare ogni starnuto ci si ritrova col maiale con il contrassegno di proprietà

Aveva iniziato Beppe Grillo con la foto del verro grufolante tra i rifiuti, quattro anni fa, per inchiodare l’allora sindaco Marino alle sue responsabilità: “Meno discariche, più maiali”, ironizzava. Quindi ci si erano messi i funerali Hollywood/kitsch con tanto di cavalli ed elicottero a far smoccolare mezza Roma sulla nefasta presenza dei Casamonica, quale specchio deformato di un romanzo criminale cittadino.

Quindi è stata la volta di Giorgia Meloni, il maiale – ancora anonimo – come metafora del fallimento M5S. Fino alla chiusura del cerchio: un suino targato Casamonica difensore d’ufficio della Raggi che, per inciso, si guarda bene dal mangiare coppiette di maiale.