Alessio Figalli vince il Nobel per la matematica: in un VIDEO spiega la sua ricerca

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 agosto 2018 14:02 | Ultimo aggiornamento: 2 agosto 2018 14:02
Alessio Figalli nobel matematica

Alessio Figalli vince il Nobel per la matematica: in un VIDEO spiega la sua ricerca

ROMA – Alessio Figalli vince il Nobel per la matematica, in un video spiega la sua ricercan [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] che gli ha permesso di aggiudicarsi il prestigioso premio.

Il video è stato pubblicato su Facebook dalla ETH Zurich, l’università per cui lavora, ed è stato ripreso dall’Agenzia Vista di Alexander Jakhnagiev.

Figalli, 34 anni, si è laureato alla normale di Pisa. Dopo 44 anni ha riportato in Italia il Nobel per la matematica. Si tratta del secondo italiano a ricevere questo premio, istituito nel 1936 e assegnato dall’Unione Matematica Internazionale. Lui, Figalli, è da tempo in cattedra, lo è stato e lo è in più Università, tutte rigorosamente all’estero.

“Questo premio mi dà tantissima gioia, è qualcosa di cosi grande che mi risulta difficile credere di averlo ricevuto”, ha detto all’Ansa Figalli commentando l’assegnazione della medaglia Fields. Il riconoscimento, della portata di un Nobel, “è un grande stimolo per il futuro, che mi motiverà a continuare a lavorare nei miei settori di ricerca per cercare di produrre studi di altissimo livello”.

Del suo premio parla anche Paolo Lauciani, il professore di Latino e Greco di Figalli al liceo Vivona di Roma: “Non sono rimasto sorpreso quando ho saputo che Alessio aveva vinto il Fields. Non vedo l’ora di sentirlo per complimentarmi con lui. E’ la dimostrazione che le lingue classiche preparano a 360 gradi”.

“Alessio era bravissimo anche nelle materie classiche – ricorda il prof – Ricordo che ogni volta che bisognava sostenere una prova particolarmente impegnativa di Matematica o Fisica, tutta la classe si trasferiva a casa di Alessio per ripassare. Aveva partecipato alle Olimpiadi di Matematica con grandissimi risultati, tutta la scuola era, ed è, fiera di lui Un anno, quando decisi di sceneggiare l’Elettra di Sofocle, Alessio recitò la parte del pedagogo”. Un’interpretazione che oggi appare un presagio.