Antisemitismo, convegno della Lega. Salvini: “Liliana Segre ha tanto da insegnare, Carola Rackete no” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Gennaio 2020 12:37 | Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio 2020 12:37
Antisemitismo, convegno della Lega. Salvini: "Liliana Segre ha tanto da insegnare, Carola Rackete no" VIDEO

Il leader della Lega, Matteo Salvini, al convegno sull’antisemitismo a Roma

ROMA – A dieci giorni dalla Giornata della Memoria per ricordare le vittime dell’Olocausto, la Lega ha organizzato a Palazzo Giustiniani a Roma il convegno Le nuove forme dell’antisemitismo, moderato dal direttore dell’Agi, Mario Sechi. Tra i relatori, oltre al leader della Lega Matteo Salvini, anche l’ambasciatore israeliano Dror Eydar, studiosi e diplomatici.

L’incontro è stata l’occasione per l’ex ministro dell’Interno di prendere le distanze da alcuni precedenti e tracciare una nuova linea sul tema dell’antisemitismo all’insegna di un vigoroso sostegno ad Israele. 

“Una Unione europea che nega le radici giudaico-cristiane ed etichetta i prodotti israeliani, una Onu che nel 2018 dedica alla condanna di Israele 18 risoluzioni e neanche una all’Iran e alla Turchia è un problema”, ha detto  Salvini, auspicando che “questo convegno possa stimolare un’accelerazione dell’approvazione da parte del Parlamento italiano di quel documento”, l’International Holocaust Remembrance Alliance, “che identifica l’antisemitismo oggi, approvato da tanti Parlamenti e dimenticato in Italia. Penso che l’antisemitismo vada curato e prevenuto con l’educazione ma anche con la legge”, ha poi continuato, annunciando che la Lega presenterà una “nuova risoluzione”, sul modello di quanto approvato in Austria, in cui si chiede la “messa fuorilegge del movimento anti-israeliano e antisemita per il boicottaggio di Israele”.

Quindi le parole sulla senatrice sopravvissuta ai campi di sterminio Liliana Segre: “Anche io ritengo che Liliana Segre abbia tanto da insegnare, a me e al resto del mondo, e Carola Rackete no, e mi ritengo in diritto di sostenerlo liberamente”, ha detto Salvini. 

L’ambasciatore Dror Eydar ha rivolto un plauso al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e alla sua decisione di “nominare” una coordinatrice per la “lotta all’antisemitismo. L’antisemitismo è una cartina al tornasole: indica il declino della società e ne prevede il crollo. Ringrazio gli onorevoli e il senatore Salvini che hanno organizzato questo convegno. Iniziative come questa hanno lo scopo di sradicare non solo il vecchio antisemitismo ma anche quello nuovo”. (Fonti: Agi, Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev)