Australia: 110 migranti salvate da barca capovolta, 90 dispersi

Pubblicato il 21 Giugno 2012 17:48 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2012 17:57

Nave CAMBERRA (AUSTRALIA) – È salito a 110 il numero delle persone tratte in salvo dopo che un’imbarcazione carica di migranti si è capovolta a 200 chilometri a nord dell’isola australiana di Christmas Island, nell’Oceano Indiano. Lo ha fatto sapere la portavoce dell’Australian Maritime Safety Authority, Jo Meehan, precisando che i migranti sono stati salvati da una nave della marina australiana e da tre navi cargo. Meehan non ha voluto rivelare se i soccorritori hanno anche trovato dei corpi senza vita. Secondo le autorità di Canberra, a bordo della barca viaggiavano probabilmente fino a 200 persone. Una nave, ha aggiunto la portavoce, tornerà sul luogo del naufragio per continuare con le ricerche durante la notte.

Per il momento non è chiaro da dove provenissero i passeggeri dell’imbarcazione, che erano probabilmente dei richiedenti asilo. Il portavoce dell’agenzia di ricerche e soccorso dell’Indonesia, Gagah Prakoso, ha detto che sulla barca viaggiavano probabilmente 206 persone. Il premier australiano Julia Gillard ha discusso dell’incidente con il presidente indonesiano Susilo Bambang Yudhoyono a Rio de Janeiro, in Brasile, dove entrambi i leader partecipano al summit delle Nazioni unite sullo sviluppo sostenibile, Rio+20. “A questo punto – ha affermato la Gillard – i dettagli sono poco chiari, ma sembra che molte persone abbiano perso la vita nel mare. Si tratta di un incidente molto doloroso e tragico”.