Berlusconi: “Siamo al tassa e ammanetta, questo Governo è pericolo peggiore del 1994” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Ottobre 2019 11:58 | Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre 2019 12:01
berlusconi parla del governo

Berlusconi parla dell’attuale Governo

ROMA – “Al tassa e spendi della sinistra, si è aggiunto anche il tassa e ammanetta. E ciascuno di noi sarà nelle mani della sinistra”. A dirlo è  Silvio Berlusconi, intervenendo al convegno Idee Italia al Palazzo delle Stelline di Milano.

Per questo, Silvio Berlusconi annuncia che sarà in piazza a Roma al fianco di Salvini ”per protestare, perché questo governo e questi annunci sono lesivi del nostro diritto di libertà”. Secondo Berlusconi, il governo attuale “è tassa e ammanetta, tassa e metti in galera. Siccome per mettere in galera servirà una sentenza dei giudici, chi deciderà della vita di ciascuno di noi sarà un certo signore che si chiama Davigo e ciascuno di noi sarà nelle mani della sinistra”. Con questo governo secondo Berlusconi “siamo di fronte a un pericolo ancora maggiore che nel ‘94 al governo ci sono quattro partiti comunisti“.

“Ci sono molte probabilità che questo governo arrivi alla fine della legislatura perché il potere è un grandissimo collante e andando a nuove elezioni perderebbero la maggioranza e andremmo noi al governo e lo vogliono evitare”. “Se però il risultato delle elezioni regionali sarà clamoroso per noi – ha aggiunto -, allora anche il presidente della Repubblica dovrà accorgersi che la maggioranza del palazzo è diversa dalla maggioranza della gente”. “Allora così potrebbe accadere una caduta del governo e nuove elezioni – ha detto ancora – ma penso che sia più probabile l’altra possibilità”.

Fonte: Ansa, TgCom, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev