Bimba autistica canta “Hallelujah” di Leonard Cohen: la sua esibizione è da brividi VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 dicembre 2016 13:56 | Ultimo aggiornamento: 22 dicembre 2016 13:56
Bimba autistica canta "Hallelujah" di Leonard Cohen: la sua esibizione è da brividi

Bimba autistica canta “Hallelujah” di Leonard Cohen: la sua esibizione è da brividi

DONAGHDEE – Kaylee Rodgers ha una voce che incanta il pubblico. La bambina ha 10 anni ed è autistica: durante la recita scolastica di Natale, la piccola di Donaghadee in Irlanda del Nord ha interpretato uno dei principali successi di Leonard Cohen, l’artista scomparso a novembre: si tratta della malinconica ‘Hallelujah’.

Kaylee ha fatto un’esibizione da brividi che l’ha resa famosa in tutto il mondo. La sua performance è stata immortalata in un video diventato subito virale sul web. Il celebre brano gospel, il cantautore canadese lo scrisse nel 1984. La versione della piccola Rodgers entra di diritto nella lista delle cover più commoventi.

“Hallelujah” è stato cantato durante l’esibizione del coro dei bimbi, nello spettacolo di Natale che si è tenuto alla scuola “Killard House School” che si trova in questa cittadina della contea di Down. Kaylee Rodgers , oltre ad essere affetta da autismo ha un disturbo da deficit di attenzione e iperattività (Adhd). In questo caso però, da bambina che necessita attenzioni si è trasformata in una piccola star.

Il video con quella sua straordinaria voce è stato condiviso migliaia di volte sui social network dopo essere stato pubblicato su Facebook. Kaylee riesce a sviluppare fiducia e sicurezza in sé stessa proprio grazie al canto. La bimba di Donaghadee ha iniziato a farlo a soli tre anni. La sua famiglia e i suoi insegnanti si dicono molto orgogliosi di quanta strada abbia fatto fino ad ora. Colin Millar, la preside della Killard House che segue i ragazzi con bisogni educativi particolari, di lei dice con orgoglio: “Per una bambina giunta da noi che all’inizio non voleva leggere davanti ai suoi compagni di classe, stare in piedi o esibirsi di fronte ad un pubblico, è davvero una cosa incredibile”.