Alberto Bonisoli, la battuta del ministro ai Beni Culturali: “Storia dell’Arte? La abolirei, al liceo per me era una pena” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 settembre 2018 11:35 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2018 13:19
Albeto Bonisoli

Alberto Bonisoli, la battuta del ministro ai Beni Culturali: “Storia dell’Arte? La abolirei

ROMA – “Io abolirei la storia dell’Arte, per me al liceo era una pena”. Con questa battuta il ministro ai Beni Culturali, Alberto Bonisoli, risponde al soprintendente della Liguria che gli chiede l’organizzazione sulle graduatorie per i professori di Storia dell’Arte.

La notizia ovviamente ha fatto il giro della Rete ed è stata ripresa da diversi siti. Tra questi il Secolo XIX che oggi titola così: “Bonisoli: abolirei storia dell’arte”. Il ministro decide di ripsondere pubblicando su Facebook un lungo post in cui spiega che l’abolizione di storia dell’arte è una ffakenwews: “Lo dico subito: è una #fakenews”.

“Queste battute – spiega il ministro postando anche il video del suo intervento – sono arrivate al termine di una riunione di circa tre ore con tutti i soprintendenti italiani che avevo convocato a inizio settembre. E ho sdrammatizzato, verso la fine, quando eravamo tutti un po’ stanchi, con una battuta, come si evince chiaramente dal video di quella riunione che vi posto qui sotto”.

“Credo che gli insegnanti di storia dell’arte (e quelli di chimica), a cui è sempre andata, sin dal liceo, la mia stima, siano dotati di senso dell’ironia per cui se vedranno il video capiranno che non ho neanche la necessità di scusarmi con loro”. E poi aggiunge: “Mi chiedo però perché, di una riunione di tre ore, l’unica cosa che emerge è una battuta e non le decine di problematiche trattate da una riunione fondamentale per le decisioni che dovremo prendere in futuro per migliorare la fruizione della cultura in Italia”.

Agenzia Vista di Alexander Jakhnagiev pubblica il filmato con la frase di Bonisoli.