Cannabis light, Frankie Hi-Nrg a Salvini: “Un cretino. E’ come combattere la prostituzi*** vietando le se***” VIDEO

Pubblicato il 14 maggio 2019 11:15 | Ultimo aggiornamento: 14 maggio 2019 11:15
Cannabis light, Frankie Hi-Nrg a Salvini: "Un cretino. E' come combattere la prostituzi*** vietando le se***" VIDEO

Cannabis light, Frankie Hi-Nrg a Salvini: “Un cretino. E’ come combattere la prostituzi*** vietando le se***” VIDEO

TORINO – “Concludo citando il Vernacoliere di Livorno: chi vuole combattere la droga chiudendo i negozi di canapa light è come chi vuole combattere la prostituzione vietando le seghe: un cretino”: con queste parole Frankie Hi-Nrg ha commentato la campagna del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, contro i negozi che vendono cannabis light, con bassa percentuale del principio attivo Thc, che quindi per legge può essere venduta. 

Il rapper e cantautore italiano era al Salone del Libro di Torino per presentare Faccio la mia cosa, il suo libro edito da Mondadori. E proprio dal Salone ha commentato anche l’altra vicenda che ha tenuto banco negli ultimi giorni e che ha avuto come protagonista la Fiera libraria torinese, ovvero il caso della casa editrice Altaforte, vicina a CasaPound: “L’unico ratto che ha diritto a stare qui è Geronimo Stilton, non quelle merde fasciste”, ha detto.

E proprio a Torino i Radicali hanno organizzato una festa per la cannabis light: “In seguito alle dichiarazioni del ministro dell’Interno Salvini, che ha annunciato guerra ai negozi di cannabis light, è stato annullato il Salone internazionale della canapa, che si sarebbe dovuto svolgere dal 17 al 19 maggio a Torino, perché molti espositori hanno ritirato la propria adesione all’evento. E proprio a Torino abbiamo deciso di rilanciare l’iniziativa antiproibizionista con una grande festa per il 14 maggio”, ha annunciato Antonella Soldo, tesoriera dei Radicali Italiani e portavoce della campagna. “Una festa – spiega Soldo – in cui sarà disponibile cannabis light, birra e altri prodotti alla canapa: tutto rigorosamente con il marchio della nostra nuova campagna per la legalizzazione della cannabis, WeeDo! Non è questo – conclude Antonella Soldo – il momento di annullare eventi di informazione e discussione sul fenomeno del consumo delle sostanze: è invece tempo di rilanciare con ancora maggiore forza la lotta per legalizzare”. (Fonti: Ansa, Agenzia Vista)