Capaccio-Paestum: Franco Alfieri eletto sindaco, corteo di ambulanze per festeggiare VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 giugno 2019 16:18 | Ultimo aggiornamento: 11 giugno 2019 16:19
Capaccio-Paestum

Capaccio-Paestum: Franco Alfieri eletto sindaco, corteo di ambulanze per festeggiare

ROMA –  A Capaccio-Paestum in provincia di Salerno sette ambulanze sfilano nella notte per festeggiare la vittoria del candidato sindaco Franco Alfieri, esponente del Pd e già noto come il ‘sindaco delle fritture’ di pesce dopo che in un audio reso pubblico il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca lo invitava ironicamente a raccogliere voti anche offrendo proprio le ‘fritture’.

A raccontare l’episodio del corteo di ambulanze il consigliere regionale del M5S Michele Cammarano: “Un corteo vergognoso, al seguito di un camion che trasportava una ‘vela’ con il volto di Alfieri. Ben sette i mezzi per il soccorso pubblico impiegati fino a tarda notte a esaltare la vittoria di un uomo sul cui capo pende un’indagine per voto di scambio politico mafioso”.

Cammarano ha sollevato sospetti anche sull’imprenditore Roberto Squecco, cui sono riconducibili i mezzi di soccorso (“Croce Azzurra onlus”) utilizzati per la sfilata, “fresco di condanna definitiva per estorsione con metodo mafioso”.

5 x 1000

“Non ci sono illeciti né comprendo tutto questo clamore”, ha detto all’Ansa l’avvocato Mario Turi, difensore di Squecco. “Il mio assistito ha inteso partecipare a questa manifestazione di gioia, durata una decina di minuti, davanti al comitato elettorale di Alfieri. Stando a quanto mi riferisce era insieme ad altri volontari che, evidentemente, sono elettori di Alfieri. A festeggiare c’erano centinaia di persone: ma poiché lui ha avuto dei problemi, ecco le reazioni”. Cammarano ricorda anche che la moglie di Squecco è stata appena eletta consigliera comunale nelle liste a sostegno di Alfieri. Ma l’avvocato Turi specifica che il suo assistito “è legalmente separato dalla moglie, vive a Capaccio Paestum ma in un’altra abitazione. È sbagliato, quindi, fare quest’associazione perché la candidatura al Consiglio comunale della moglie è una faccenda che riguarda soltanto lei”.

Fonte: Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev che pubblica il video di Lira Tv, Ansa