Casellati zittisce chi contesta il Governo in Senato: “Mettete le mascherine e smettete di urlare” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Marzo 2020 13:47 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2020 13:48
casellati in senato

Casellati zittisce chi contesta il Governo in Senato: “Mettete le mascherine e smettete di urlare”

ROMA – “Tenete le mascherine e smettete di urlare”: lo dice la presidente dl Senato Elisabetta Alberti Casellati ai senatori che si scambiano improperi dopo che Gianluca Perilli (M5S) ha attaccato Matteo Salvini. Il rimprovero della Casellati è nato dopo che molti senatori (non tutti a dir la verità ndr) sono apparsi in Aula con la mascherina. 

Basta polemiche, non è il momento per farne, abbassiamo i toni”, ha detto ancora Casellati minacciando di sospendere la seduta se non fosse tornata la calma. Poi ha spiegato ancora: “Auspico cooperazione e dialogo tra le forze politiche e tra governo e Parlamento. Lo dobbiamo alla memoria dei defunti e all’interesse superiore della salute di tutti gli italiani”. 

In Aula, la Casellati ha detto di pensare “ai tanti italiani che hanno contratto il virus e perso la vita mentre erano impegnati ad assistere gli ammalati o a garantire i servizi essenziali. Il loro sacrificio, il loro esempio, deve restare impresso nella nostra memoria di persone e di popolo. È per rispetto nei confronti di tanta sofferenza; è per vincere l’orrore di una morte che giorno dopo giorno ha perso i tratti dell’umana pietà, che le Istituzioni hanno il dovere di impegnarsi con ancora maggiore determinazione, coraggio e risolutezza per portare l’Italia fuori dall’emergenza”. 

“Abbiamo chiesto ai cittadini rigore, senso di responsabilità, sacrifici importanti sul piano umano, sociale, economico e lavorativo. Adesso è il momento di non lasciarli soli. Adesso è il momento di far sentire concretamente che le istituzioni ci sono e che sono al loro fianco. Non ci sono parole per ringraziare i nostri medici, gli infermieri, i ricercatori, le forze dell’ordine, i volontari, insieme a tutti coloro che sono in prima linea per portarci fuori dall’emergenza. Il loro impegno è la più bella espressione dello spirito, della generosità, dell’energia vitale del nostro Paese”, conclude.

Fonte: Ansa, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev