Che tempo che fa, Roberto Burioni e le indicazioni contro il Coronavirus VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Febbraio 2020 12:13 | Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio 2020 13:32
Burioni, le indicazioni contro il Coronavirus a Che tempo che fa

Burioni, le indicazioni contro il Coronavirus a Che tempo che fa

ROMA – Roberto Burioni è stato ospite di Che tempo che fa e ha fornito indicazioni sul Coronavirus e su come bloccarne la diffusione. Da tempo il virologo aveva sostenuto l’importanza della quarantena e ora chiede che vengano effettuati controlli, tra cui il tampone a chi manifesta sintomi come la febbre oltre 37,5 gradi. 

Intervistato da Fabio Fazio, Burioni ha detto: “Devono essere analizzati anche quelli che non sono gravi”. Sul caso del sindaco di Bertonico, Angelo Chiesa, che ha spiegato di non aver effettuato il tampone perché erano finiti, il virologo replica: “Non possono mancare i test in Italia: non va bene, occorre fare qualcosa immediatamente”.

Il virologo prosegue durante l’intervista: “Noi abbiamo due armi: isolamento e diagnosi. Questi sono due elementi che sembrano cose da poco, ma sono fondamentali. Senza panico, senza paura o comportamenti insensati, dobbiamo fare sì che questo contagio diminuisca”.

Poi prosegue con alcune indicazioni: “La mascherina è fondamentale per chi è malato. Ma quello che è importante è l’isolamento dei possibili contagi. Questa è la forza che abbiamo. Questi contagi avvengono per lo più con le mani. Quindi bisogna lavarsi le mani e usare quei gel alcolici ed evitare le occasioni di contatto”.

Burioni ha aggiunto: “Nessuno ha anticorpi, non abbiamo vaccini o farmaci. Il coronavirus ha la brutta tendenza di scendere giù in profondità nel nostro apparato respiratorio e va a disturbare la parte delicata dei polmoni che ossigena il nostro sangue. Questa malattia ha una caratteristica che la rende insidiosa: in genere un paziente ne infetta 2,2 ma ci sono degli individui, chiamati super emettitori, che ne possono contagiare 10, 20, 30”. (Fonte Che tempo che fa)