Cile, professori intonano “Bella Ciao” durante le proteste VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 Ottobre 2019 8:58 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2019 9:07
cile professori intonano bella ciao

Cile, i professori intonano “Bella Ciao”

ROMA – Durante le proteste in Cile, un gruppo di professori ha intonato una particolare versione di Bella Ciao. Non è la prima volta che i manifestanti cileni cantano la canzone simbolo della lotta partigiana. Bella Ciao è stata presa in prestito anche durante le ultime manifestazioni in Ecuador contro il presidente Lenin Moreno.

Santiago del Cile, gravi incidenti durante le nuove manifestazioni

In Cile continuano intanto le violenze con incendi in edifici e saccheggi in locali commerciali nel quadro della protesta sociale che scuote il Paese dal 18 ottobre scorso. Decine di migliaia di persone sono intervenute per un corteo che da Piazza Italia si è diretto verso la Moneda, durante cui un gruppo di manifestanti ha appiccato il fuoco alla stazione Baquedano della metro, denunciando che la polizia che si trova al suo interno ha creato un “centro di tortura“.

I responsabili dell’atto si sono quindi spostati verso Santa Rosa dove hanno provocato un incendio in un centro medico e hanno saccheggiato locali di McDonald’s e di Fashion Park. Non lontano da là un altro gruppo ha assaltato un supermercato non lontano dalla Moneda. Quest’ultima è circondata da barriere metalliche e un forte contingente di polizia. Nel cielo una densa cortina di fumo impedisce la visibilità della città. 

Fonte: Ansa, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev