Clima, a Parigi storico accordo. Fabius in lacrime VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Dicembre 2015 19:40 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2015 12:56
Clima, via libera a storico accordo Onu

Clima, via libera a storico accordo Onu (foto Ansa)

PARIGI – Via libera all’accordo sul clima dai delegati dei 195 Paesi più la Ue che a Parigi hanno partecipato alla XXI conferenza internazionale dell’Onu sui cambiamenti climatici.

Limite di 1,5 gradi al rialzo della temperatura, cento miliardi di dollari per i paesi in via di sviluppo e revisione ogni ciqnue anni sui tagli alle emissioni nocive. Questi i tre punti fondamentali dell’accordo (QUI LA BOZZA).

L’approvazione è stata ampiamente celebrata dal presidente della Conferenza, Laurent Fabius, e dai rappresentanti Onu, con calorosi abbracci sul palco. Per sancirla, ha commentato Fabius, “devo battere con il martello, è un piccolo martello ma penso che possa fare molto”.

L’obiettivo di lungo termine è l’impegno alla stabilizzazione dell’incremento delle temperature medie globali sotto i 2 gradi, ma “sforzandosi di rimanere entro i +1,5 gradi alla fine del secolo”. Ancor più importante è la definizione di un percorso chiaro di riduzione delle emissioni, attraverso una revisione degli impegni nazionali volontari di riduzione delle emissioni di gas serra ogni 5 anni, che potranno essere rafforzati (come ingiungono gli scienziati) a partire dal 2018.

Sono inoltre previste misure per l’adattamento, con lo scopo di aumentare la capacità adattativa, aumentare la resilienza e ridurre la vulnerabilità ai cambiamenti climatici. Riguardo agli aspetti finanziari, è prevista la mobilitazione di un minimo di 100 miliardi di dollari all’anno che i Paesi Industrializzati dovranno mobilitare verso i paesi in via di sviluppo e l’implementazione del meccanismo di compensazione “loss and damage” per i Paesi più vulnerabili, con impegni non ancora sufficientemente stringenti, ma che costituiscono un buon inizio.