Conte, primo giorno di scuola per il figlio del premier Niccolò. Ma lui non lo accompagna fino al portone VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Settembre 2020 11:43 | Ultimo aggiornamento: 14 Settembre 2020 11:43
Conte, primo giorno di scuola per il figlio del premier Niccolò. Ma lui non lo accompagna fino al portone VIDEO

Conte, primo giorno di scuola per il figlio del premier Niccolò. Ma lui non lo accompagna fino al portone

Primo giorno di scuola per Niccolò Conte, figlio del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Ma lui non lo ha accompagnato fino al portone

Primo giorno di scuola anche per il figlio del premier Giuseppe Conte, Niccolò, lunedì 14 settembre. Il ragazzino è arrivato questa mattina alla scuola media Belli-Col di Lana, nel quartiere Prati di Roma dove frequenta la terza classe.

I ragazzi sono stati accolti dalla dirigente scolastica. Il presidente del Consiglio, atteso da telecamere e giornalisti all’entrata dell’istituto, non si è visto.

Il commento della preside

“Io penso che il presidente Conte è una figura che deve restare un po’ in secondo piano, va a tutela del figliolo. Questo non è né meglio né peggio: purtroppo ci sono ruoli in cui non si può esercitare l’essere genitori con le libertà con cui si vorrebbe”.

Così la preside dell’Istituto comprensivo romano, Carla Costetti, ha risposto ai giornalisti che domandavano del mancato arrivo del presidente del Consiglio.

“Che cosa gli avrei detto se fosse venuto? Gli avrei detto buongiorno”, ha detto la dirigente scolastica. 

Conte: “Adesso che mio figlio è alle medie lo lascio percorrere l’ultimo miglio da solo”

“Questa mattina presto mi sono dedicato, nella mia veste di padre, ad accompagnare mio figlio all’alba. Ho cercato sempre di accompagnarlo alle elementari, adesso che è alle medie l’ho lasciato per l’ultimo miglio che ha percorso da solo. Mi sembra corretto nei confronti dell’istituto scolastico che io abbia solo la veste di padre e non di presidente del Consiglio. Detto ciò continuerò come oggi faremo con la ministra Azzolina e gli altri ministri competenti a valutare questa prima giornata e lavorare a tempo pieno e contribuire alla realizzazione di un anno scolastico che sia formativo a tempo pieno”. Lo ha detto il presidente del consiglio Giuseppe Conte a margine della conferenza “A 45 anni dagli Accordi di Helsinki”. (Fonti: Ansa, Agi, Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev)