Coronavirus Milano, appello ai runner del sindaco Sala: “Uno corre, 100 si sentono reclusi” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Marzo 2020 13:22 | Ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2020 13:24

Coronavirus Milano, appello ai runner del sindaco Sala: “Uno corre, 100 si sentono reclusi”

sindaco sala coronavirus

Coronavirus Milano, appello ai runner del sindaco Sala: “Uno corre, 100 si sentono reclusi”

ROMA – Il sindaco di Milano Beppe Sala, da quando è scoppiata l’emergenza coronavirus, ha lanciato diversi appelli, su Facebook, ai suoi cittadini. 

In uno degli ultimi appelli pubblicati come di consueto dal Comune, Sala ha lanciato un appello ai runner che continuano a fare attività fisica.”Premetto che voi potete correre, però provate ad avere questo pensiero: mentre tu runner corri, sei felice, ne hai cento alla finestra che ti guardano e si arrabbiano perché si sentono reclusi. Quindi facciamo tutti una riflessione”.

Sala ha spiegato che per la città di Milano “questi sono giorni delicati. C’è che dice che il picco” del contagio da coronavirus “sarà il 26, chi il 27, chi il 28, io non lo so ma ho la sensazione che questi siano i giorni delicati, per cui in particolare in queste giornate state a casa”. 

Oltre che ai runner, il sindaco si è rivolto anche agli anziani e ai giovani: “Agli anziani dico, non andate a comprare ogni giorno quattro panini e cinque arance, cercate di stare in casa. Ai ragazzi che non si gioca nelle strade e nei parchetti”. 

Fonte: Ansa, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev