Coronavirus Milano, ospedale in Fiera pronto in 10 giorni? Annuncio di Gallera, sopralluogo con Fontana

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Marzo 2020 10:26 | Ultimo aggiornamento: 17 Marzo 2020 10:26
Coronavirus Milano, ospedale in Fiera pronto in 10 giorni? Annuncio di Gallera, sopralluogo con Fontana

Coronavirus, Fontana e Gallera al sopralluogo in Fiera di Milano

MILANO  –  “Il centro di terapia intensiva alla Fiera di Milano sarà pronto in 10 giorni, a partire da quando riusciremo a recuperare i respiratori, che sono l’elemento più importante, e il personale”: a dirlo è l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, che ha fatto un sopralluogo insieme al presidente della Regione, Attilio Fontana. 

Ospite di Agorà su Rai Tre, Gallera ha anche lanciato l’allarme per la carenza di posti in terapia intensiva: “Il recupero” dei respiratori per l’ospedale nella Fiera di Milano, “deve avvenire nei prossimi tre-quattro giorni, almeno l’ordine, non si può aspettare settimane. Noi lavoriamo sulle ore. Ieri eravamo quasi a zero posti letto di terapia intensiva. Quando alle dieci è arrivata la notizia di questi trenta respiratori (dalla Croce Rossa di Milano, ndr) io mi sono quasi messo a piangere per la tensione della giornata e per la bellissima notizia”.

Gallera ha sottolineato come “questa idea di ottimizzare in un unico spazio ben 500 posti letto è il modo per affrontare, forse in maniera definitiva, il bisogno di posti letto in terapia intensiva, quindi noi andiamo avanti. Abbiamo chiamato il migliore che c’era sulla piazza, Guido Bertolaso. Ieri è arrivato, aveva già approfondito i temi con la sua squadra, subito molto operativo, e questa mattina abbiamo le prime riunioni. Lui si attiverà immediatamente – ha assicurato Gallera – lo spazio c’è, appena abbiamo la certezza di poter ordinare in tempi rapidi una quantità significativa di respiratori iniziamo i lavori. Il count down inizia – ha detto l’assessore – da quando avremo gli ordini firmati dei respiratori”.

Quanto alla difficoltà di reperirli, Gallera ha osservato che “Guido Bertolaso ha gestito emergenze in tutto il mondo, contiamo che lui possa avere i canali, i respiratori qualcuno li produce, vanno a ruba, ma evidentemente ci sono. Noi ne stiamo per avere 200 dalla Protezione civile. Qualche canale secondo noi c’è, e va esplorato fino in fondo”. (Fonti: Ansa, Agi, Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev)