Coronavirus Spagna, Sanchez: “Da lunedì aperti bar e ristoranti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Maggio 2020 19:13 | Ultimo aggiornamento: 2 Maggio 2020 19:15
Sanchez, Vista

Coronavirus Spagna, Sanchez: “Da lunedì aperti bar e ristoranti”

ROMA – Primo giorno di passeggiate, jogging e giri in bicicletta in Spagna dopo 48 giorni di lockdown a causa del coronavirus.

Oggi, sabato 2 maggio, sono entrate in vigore le nuove misure di allentamento delle restrizioni: dalle 6 alle 10 e dalle 20 alle 23.

L’esercizio fisico sarà soggetto a fasce orarie per evitare assembramenti, si potrà svolgere solo vicino a casa e restano in vigore le regole di allontanamento sociale.

La settimana scorsa era stato consentito ai bambini di accompagnare un genitore negli spostamenti considerati essenziali, come la spesa.

Da lunedì 4 maggio in Spagna, come annunciato dal premier Pedro Sanchez, sarà obbligatorio utilizzare le mascherine sui trasporti pubblici.

Sanchez ha anche confermato che mercoledì chiederà una nuova proroga dello stato di allerta per altri quindici giorni.

Sempre da lunedì, secondo i media spagnoli, ristoranti e caffè potranno aprire non solo per le consegne a domicilio ma anche per il ritiro di ordinazioni in sede.

I numeri in Spagna.

In Spagna si registrano 276 nuove vittime per coronavirus nelle ultime 24 ore.

Lo riferisce il ministero della sanità nel bollettino quotidiano, secondo quanto riporta El Pais. In leggero calo rispetto ai 281 del giorno prima.

I nuovi contagi sono 1.147, 2.570 i guariti. Il totale dei contagi è 216.582 e quello dei guariti 117.248. Il totale delle vittime è 25.100. (Fonti: Ansa,  Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev).