YOUTUBE Forza Nuova, momenti di tensione tra militanti prima del corteo

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 novembre 2017 22:21 | Ultimo aggiornamento: 5 novembre 2017 1:08
forza-nuova-corteo

Corteo Forza Nuova, momenti di tensione tra alcuni militanti

ROMA – I ‘patrioti italiani’ hanno sfilato a Roma per il corteo di Forza Nuova, organizzato nella Giornata delle Forze Armate nel quartiere Eur, a sud della Capitale. Qualche attimo di tensione tra alcuni militanti ha preceduto la partenza della manifestazione che è stata aperta da un grosso striscione “Tutto per la patria” (video Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev delle tensioni in fondo all’articolo).

Davanti al corteo anche il servizio d’ordine del movimento. Durante il tragitto verso il ‘Colosseo quadrato’ sono stati accesi fumogeni tricolore e intonati cori: “Ma quale polizia, ma quali manganelli, liberate i nostri fratelli”, “Boia chi molla”, “Digos Boia” e “Forza Nuova orgoglio nazionale”.

Non sono mancati slogan come “No allo ius soli”. Il quartiere è stato presidiato dalle forze dell’ordine, la polizia scientifica ha filmato tutte le fasi e un elicottero lo seguito dall’alto fino al ‘Colosseo quadrato’ dove le note dell’inno nazionale e qualche saluto romano hanno preceduto i discorsi conclusivi.

Dalla folla anche cori “liberi, liberi” e “libertà per i nostri fratelli”, intendendo i militanti del movimento recentemente arrestati durante la consegna di una casa popolare a una famiglia di eritrei alla periferia della città.

“L’adesione è stata oltre l’aspettativa. Siamo circa 5mila”, ha detto il leader di Forza Nuova, Roberto Fiore. “C’è l’orgoglio di aver celebrato per la prima volta la Giornata dell’Unità nazionale con una grande manifestazione – ha aggiunto Fiore – Intendiamo ripeterla ogni anno nel sabato più vicino al 4 novembre”.

Fiore ha poi sottolineato: “Oggi è un messaggio di vittoria. Abbiamo raccolto i cuori e i cervelli migliori. Marceremo su tutta Italia come abbiamo marciato oggi su Roma. Viva l’Italia”. La manifestazione di oggi è stata indetta dopo il divieto della Questura alla ‘marcia dei patrioti’ che Forza Nuova avrebbe voluto organizzare sabato scorso in occasione dell’anniversario della Marcia su Roma.

“Parliamo a tutti gli italiani fuori dal sistema, che non votano – ha sottolineato Luca Castellini, responsabile di Forza Nuova per il Nord Italia – Ci sono italiani nelle strade che non riconoscono più i politicanti, ma noi che siamo in mezzo a loro. Noi proponiamo il blocco dell’immigrazione e il rimpatrio. Alle prossime elezioni ci candideremo su questa piattaforma”.