Decreto sicurezza, Salvini: “Se richiedente asilo commetterà reato gli strappo la domanda” VIDEO

Pubblicato il 24 settembre 2018 14:06 | Ultimo aggiornamento: 24 settembre 2018 14:06
Decreto sicurezza Salvini asilo

Decreto sicurezza, Salvini: “Se richiedente asilo commetterà reato gli strappo la domanda”

PRADAMANO – “Fino ad oggi un richiedente asilo non poteva interrompere una domanda di asilo politico, in questo decreto è prevista una norma che se hai fatto domanda di asilo politico e fai un reato ti strappo la domanda e torni al tuo paese”. A dirlo è il ministro dell’Interno Matteo Salvini la sera di domenica 23 settembre, durante il comizio di chiusura della tre giorni di festa della Lega Friuli Venezia-Giulia che si è tenuta a Pradamano in provincia di Udine (Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev).

E il concetto, Salvini lo ha ribadito oggi, illustrando i contenuti del decreto su migranti e sicurezza: “Per i richiedenti asilo lo stop alla domanda si avrà in caso di pericolosità sociale o condanna in primo grado. Questa è stata una delle mediazioni aggiunte e suggerite”. “Non lediamo nessuno diritto fondamentale: se entri a casa mia e spacci ti accompagno da dove sei arrivato” ha spiegato il ministro dell’Interno,  in conferenza stampa a Palazzo Chigi, descrivendo il dl sicurezza e migrazione. “Se sei condannato in via definitiva è di buon senso toglierti al cittadinanza”, ha aggiunto.