Depardieu scappa dalle tasse francesi. Putin gli offre la cittadinanza russa

Pubblicato il 3 Gennaio 2013 12:03 | Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio 2013 20:27
Depardieu scappa dalle tasse francesi. Putin gli offre la cittadinanza russa

Gerard Depardieu (Foto Lapresse)

MOSCA – Gerard Depardieu scappa dalla Francia per le tasse di Francois Hollande, Vladimir Putin gli offre la cittadinanza. Quella tra l’attore francese e la Russia è un’amicizia di lungo corso.

Nell’aprile 2011 ad Astrakhan Depardieu ha girato da protagonista un film su Rasputin, diabolico consigliere dell’ultimo zar, per una coproduzione franco-russa. Nel frattempo ha donato attrezzature mediche per due milioni di rubli (50mila euro) a un ospedale per l’infanzia di San Pietroburgo e finanziato un ospedale moscovita.

A dicembre 2011 a San Pietroburgo, seduto accanto a Putin, ha partecipato al ballo di beneficenza del ”Fondo Federazione” (evento finito poi nella bufera quando i soldi raccolti nella serata misteriosamente ”spariscono”): il leader russo si esibisce al piano cantando Blueberry Hill, Gege’ gli fa eco leggendo in francese poesie di Esenin.

A ottobre 2012 Depardieu è diventato testimonial pubblicitario per la banca russa ”Sovetsky”, con uno spot tv dove esprime con calore tutto il suo amore per la Russia e i suoi abitanti.

Ma nei suoi soggiorni in Russia Depardieu si è anche attirato le critiche internazionali per la sua presenza alle feste di alcuni discussi leader, come quello della Cecenia, Ramzan Kadyrov. A ottobre scorso l’attore ha partecipato alla festa del dittatore a Grozny per un cachet da capogiro.

[jwplayer config=”Blitz20120621″ mediaid=”1437953″]