Di Maio: “Se propongo il condono a Ischia mi iscrivo al Pd”. Era il 2017…

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 ottobre 2018 8:39 | Ultimo aggiornamento: 24 ottobre 2018 11:12
Luigi Di Maio nel 2017: "Se trovate una mia proposta di legge per il condono a Ischia mi iscrivo al Pd"

Luigi Di Maio nel 2017: “Se trovate una mia proposta di legge per il condono a Ischia mi iscrivo al Pd”

ROMA – “Io voglio chiedere a tutti i parlamentari della Repubblica e a tutti i giornalisti italiani di andare a vedere se esiste una proposta di legge di condono a prima firma Luigi Di Maio che riguarda Ischia o qualsiasi altra regione. Se la trovano mi iscrivo al Pd. Pensate quanto assurda possa essere questa cosa”: questo diceva il vicepremier Di Maio il 23 agosto del 2017, durante la campagna elettorale per le elezioni siciliane, rispondendo ad una dichiarazione del deputato del Pd Michele Anzaldi. 

E’ proprio lo stesso Anzaldi a ricordarlo su Facebook: “Luigi Di Maio un anno fa, durante la campagna elettorale per le elezioni siciliane, rispondendo in maniera arrogante ad una mia dichiarazione si impegnava a prendere la tessera del Pd se fosse saltata fuori una proposta di legge a sua firma per il condono edilizio a Ischia. Ora altro che una semplice proposta di legge, che comunque hanno appoggiato anche quando erano all’opposizione: abbiamo addirittura un Decreto Legge con procedura d’urgenza, varato dal Governo di cui Di Maio è vicepremier, per la sanatoria nell’isola campana. Il Decreto dovrebbe occuparsi della ricostruzione del Ponte di Genova, ma invece si occupa dell’abusivismo a Ischia”, scrive Anzaldi, che rilancia il video di agosto di Di Maio pubblicato anche dal presidente del Pd di Napoli Tommaso Ederoclite. 

Ma non finisce qui. Perché sempre Anzaldi scrive che Di Maio parlava di un condono ad Ischia “già nel 2013, quando in un convegno sull’isola si impegnava a ‘portare a Roma’ insieme al suo collega Tofalo, oggi sottosegretario alla Difesa, una proposta di legge per la sanatoria. Davvero Di Maio pensa che la soluzione per i cittadini di Ischia sia una grande sanatoria degli abusi edilizi?”, si domanda Anzaldi. 

Sul condono quattro giorni fa lo stesso Di Maio ha precisato: “Sul decreto Ischia non c’è alcun condono, vogliamo solo aiutare la ricostruzione accelerando le pratiche già esistenti di un condono che risale al 2003, che fra l’altro è stato votato dalla Lega”. 

 

 

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev