Dl Palagiustizia Bari, bagarre alla Camera: volano anche ceffoni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 luglio 2018 15:19 | Ultimo aggiornamento: 12 luglio 2018 15:19
Camera, scontri su dl palagiustizia Bari: volano ceffoni

Dl Palagiustizia Bari, scontro alla Camera: volano anche ceffoni

ROMA – Seduta sospesa durante l’esame del dl palagiustizia Bari alla Camera la mattina del 12 luglio, quando tra alcuni deputati sono volati anche dei ceffoni. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Questa la decisione del presidente Roberto Fico per placare animi e tensioni nate prima tra i deputati Pd e quelli M5s, ma concluse a colpi di ceffoni tra altri colleghi di Fdi e Lega.

Dopo le bagarre i deputati Pd hanno iniziato a gridare “Dimissioni”. Il sottosegretario Vittorio Ferraresi aveva appena iniziato a parlare, sostenendo di aver “sentito in quest’Aula delle inesattezze gravi, alcune anche con peso penale di cui ciascuno si assume la responsabilità”. Parole che hanno scatenato la reazione dell’opposizione. Emanuele Fiano del Pd chiede a Fico di “richiamare formalmente il sottosegretario che ha minacciato i deputati. Lui non è qui a fare il Pm, e non ha il diritto di minacciare”.

Nel frattempo, però, parte una bagarre a destra, tra deputati di Fdi e della Lega. Fico richiama Marco Silvestroni (Fdi) e un altro deputato, intervengono i commessi a sedare la rissa. Volano schiaffi e pugni e alla fine la seduta viene sospesa.