Emis Killa, intervista a Lucignolo: “Ho paura di fallire” (video)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Ottobre 2013 12:22 | Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre 2013 12:22
Emis Killa a Lucignolo

Emis Killa a Lucignolo

ROMA – “La prima cosa che mi fa paura è la morte e poi il malessere psichico, malattie come la depressione, mio padre era bipolare, ricordo momenti in cui era veramente giù, e poi ho paura di fallire, non nel successo, ma nell’essere felice nel fare musica”, Emis Killa, uno dei più famosi “rapper” italiani si racconta, intervistato da Lucignolo: “Il livello culturale è basso, uno scrive una cosa e tutti gli vanno dietro”, poi parla di un incidente in moto “Ho preso la moto di un mio amico, sono arrivato all’incrocio e una macchina mi è venuta contro. Avevo ragione, il tizio era ubriaco e lo conoscevo pure”, con i soldi dell’assicurazione, racconta Emis Killa “Comprai il primo computer, prima non ce lo potevamo di certo permettere. Iniziai ad ascoltare il rap, sapevo di colleghi che avevano fatto musica sul pc ed ho iniziato”.

LEGGI ANCHE: Emis Killa, rapper italiano, bocciato negli Usa: “Vai a casa tua con queste cazzate”

 

Guarda l’intervista

Che padre sarai? Emis Killa risponde: “Un padre che vizierà i suoi figli, ho avuto tanto amore dai miei, ma quando hai meno dei tuoi compagni di scuola ci soffri. Ecco mio figlio sarà al pari degli altri”. E poi la domanda fatidica, qual è il sogno di Emis Killa? “Ingrandirmi, crescere, il difficile viene ora”.