Escursionista in difficoltà sulla Maiella, i Vigili del fuoco salvano lui e il cane VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 luglio 2018 13:33 | Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2018 13:33
Vigili del fuoco in azione

Escursionista in difficoltà sulla Maiella, i Vigili del fuoco salvano lui e il cane

PESCARA – Escursionista in difficoltà sulla Maiella, i Vigili del fuoco salvano lui e il cane. E’ accaduto sul Monte Amaro sulla Maiella [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play], il secondo massiccio montuoso più alto degli Appennini continentali dopo il Gran Sasso. I Vigili del fuoco intervengono e salvano lui e il suo cane.

L’intervento in alta quota da parte dei Vigili del Fuoco è avvenuto con un Dragovf 54 sulla vetta più alta della Maiella: a chiedere soccorso un’escursionista esperto che si trovava sul Monte Amaro in provincia di Pescara e che, insieme al suo cane, si è trovato in difficoltà a seguito di un temporale. Agenzia Vista di Alexander Jakhnagiev pubblica il filmato.

E sempre sulla stessa catena montuosa, è stato rintracciato e salvato nella notte gruppo di scout disperso nella zona del monte Morrone, al confine tra le province di Pescara e L’Aquila. Il gruppo, composto da sei adulti e sei minorenni, è stato individuato nella zona di Roccacaramanico ed è stato raggiunto via terra dai carabinieri forestali di S. Eufemia.

Non è stato necessario l’intervento di ambulanze, perché erano tutti in buone condizioni di salute. In base a quanto appreso, gli scout erano partiti diverse ore prima da Badia di Sulmona per un’escursione nella zona del sentiero dello Spirito ed avevano finito le scorte d’acqua. A lanciare l’allarme, in tarda serata di domenica 29 luglio, era stato il capo scout con una telefonata alla centrale operativa del 118 di Pescara, riferendo di una ragazzina con una distorsione alla caviglia. Attivata la macchina dei soccorsi, l’area in cui si trovava il gruppo è  stata individuata attraverso la localizzazione del telefono cellulare da cui era partita la chiamata al 118. Alle ricerche ha partecipato anche il sindaco di S. Eufemia.

Le operazioni di soccorso si sono concluse all’1.30 circa. Il gruppo, quando ha lanciato l’allarme, si trovava a circa un’ora e mezza dal punto di arrivo ed aveva già percorso gran parte dell’escursione. Due le squadre di ricerca, una a monte e l’altra a valle, che hanno percorso il sentiero a piedi. A soccorrere gli scout sono stati due carabinieri forestali, il sindaco, il vicesindaco e un consigliere comunale di Sant’Eufemia a Maiella e tre cittadini.

Dopo che l’area è  stata delimitata, gli scout, che erano in contatto telefonico con i soccorritori, sono stati trovati grazie a segnalazioni luminose con le torce. Una volta raggiunti, sono stati accompagnati a piedi a Roccacaramanico, frazione di Sant’Eufemia, dove è stato predisposto un punto di raccolta e dove sono state portate scorte d’acqua. Gli scout, che erano spossati e assetati, sono stati poi trasferiti con uno scuolabus a Caramanico Terme (Pescara), nel convento in cui era già previsto che trascorressero la notte.