Azzurri da Napolitano: “Se Prandelli andava via mi sarei arrabbiato”: foto e video

Pubblicato il 2 Luglio 2012 19:34 | Ultimo aggiornamento: 3 Luglio 2012 13:41

La nazionale viene ricevuta al Quirinale (foto LaPresse)

ROMA – Dopo la “batosta” con la Spagna la Nazionale azzurra di calcio è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Il ct Cesare Prandelli ha preso la parola per esprimere il suo ringraziamento: ”Presidente, lei ci ha aiutato a sopportare la sconfitta, grazie ai valori espressi nella lettera che ci ha inviato. Siamo orgogliosi di aver rappresentato l’Italia”.

A sua volta il Presidente ha espresso parole di ammirazione per gli Azzurri: “Vi esprimo – ha detto – il mio riconoscimento, delle istituzioni e degli italiani perché tutti sapevamo che eravate partiti non dimenticando quali tensioni stava attraversando il calcio italiano”.

“Ho avuto la fortuna di presenziare la prima partita che è stata così illuminante – ha ricordato il debutto europeo dell’Italia con la Spagna – C’è molto da fare e cambiare, abbiamo alle spalle momenti difficili. Quando dico queste cose mi chiedo se parlo del calcio o dell’Italia, sono discorsi che si somigliano molto… La vostra straordinaria impresa ha fatto effetto sugli italiani, Prandelli stamattina ha sciolto i dubbi, se non l’avesse fatto e fosse andato vie mi sarei arrabbiato… Io non ho mai giocato a calcio, non posso misurare tensione e fatica ma sono stato in grado di cogliere la passione che vi ha animato. E’ stato il più bel regalo fatto a tutti – ha concluso Napolitano – a cominciare da me”.

5 x 1000